Cultura

Un libro per aprile

Un testimone del Bataclan, racconti di vita dalla California e dal Mississippi, le similitudini tra esseri umani e animali, la genesi dell’Oxford english dictionary, una storia d’altri tempi dalla Cecoslovacchia. Cosa leggere questo mese. Leggi

L’amore secondo Isabelle e gli altri film del weekend

La commedia di Claire Denis è definita da una straordinaria Juliette Binoche. In uscita anche Molly’s game di Aaron Sorkin e l’horror britannico Ghost stories. Leggi

pubblicità
Il fascino dei libri proibiti

Ho sempre avuto un rapporto strano con i libri: sono una persona curiosa, ma sono cresciuta con paletti grandi come case imposti da insegnanti e genitori. ​ Leggi

Sympathy for Samarcanda

Dal New Mexico arriva una musica da mercanti di stoffe bulgari, da Roma la risposta italiana ai Black Keys, da Napoli un neo-folk-dark. Leggi

Guida turistica ai mondi letterari

Caro bibliopatologo, un paio d’anni fa ho sperimentato sulla mia pelle l’effetto lenitivo di un libro in un momento in cui la vita mi ha ferito profondamente. Leggi

pubblicità
Chiodo scaccia chiodo, libro scaccia libro

Gentile bibliopatologo, come si fa a superare il senso di lutto che ci pervade quando finiamo di leggere un libro? Leggi

Francesco Falaschi racconta una scena di Quanto basta

“Questa scena è un passaggio importante del film, racconta la crescita dell’amicizia tra i due protagonisti”, spiega il regista. Leggi

Alessandro Aronadio racconta una scena di Io c’è

“In questa scena il protagonista spiega a sua sorella che vuole trasformare un bed and breakfast in un luogo di culto”, dice il regista. Leggi

Processo al bovarismo

Caro bibliopatologo, quanto è grande il rischio di idealizzare un amore, se si sono lette le storie di Isabel Allende, Emily Brontë, Lev Tolstoj? Leggi

Donne e vudù

Il creolo di Mélissa Laveaux, l’organo a canne di Carlot-ta e la suspense di Rachele Bastreghi. Leggi

pubblicità
Adrian Sitaru racconta una scena di Illegittimo

“In questa scena stavo cercando di capire come rendere un film di finzione più realistico, più vicino a un documentario osservazionale”, dice il regista. Leggi

La terra dell’abbastanza esplora la precarietà del mondo

Il film di Damiano e Fabio D’Innocenzo racconta di due amici, del loro contesto sfasciato, e cerca una comunicazione diretta con un pubblico dalla coscienza addormentata. Leggi

Ius Clash

I nuovi italiani di Punkreas, l’alfabeto illustrato di Ferraniacolor e i Johnny Clash di Bologna: tre canzoni da ascoltare. Leggi

Foxtrot è una danza sulla linea dell’orizzonte 

Un check point nel deserto, la noia di quattro giovani militari israeliani, la famiglia che a casa riceve una notizia sconvolgente. Il film di Samuel Maoz racconta una staticità rotta da un evento tragico e paradossale. Leggi

Dormire in mezzo ai libri fa bene

Gentile bibliopatologo, è più importante leggere o possedere un libro? Leggi

pubblicità
Le storie incredibili di Frank Westerman

“Quando vado in giro osservo la realtà. Poi torno a casa e comincio a scrivere, cercando di trasformare i fatti in storie”, dice il giornalista e scrittore olandese. Leggi

Il potere di cinque domande ben poste

Il Salone internazionale del libro di Torino lancia, come un messaggio in una bottiglia, una sequenza di cinque domande. Le rivolge a scrittori, scienziati, artisti. Ma anche ai lettori. Leggi

Black Panther non è l’Africa, ma va bene così

Nonostante gli appelli a una condivisa identità nera, Black Panther rimane un film occidentale, girato con sguardo occidentale e rivolto soprattutto a un pubblico occidentale. Leggi

Dipingere con un Commodore

La pittrice Samia Halaby racconta come è nata l’idea di dedicarsi all’arte digitale con strumenti apparentemente antiquati. Leggi

Analog Ghana

Gospel ghanese, sound genovese e un’elettronica pop: tre proposte musicali. Leggi

pubblicità