Francesco Boille

Collabora con Internazionale e scrive di cinema e fumetti

Il palmarés di Cannes guarda al futuro

I premi riflettono una giuria divisa, ma il festival conferma la sua vocazione alla ricerca di un cinema innovativo e artisti per niente scontati. Leggi

Relazioni e libertà al festival di Cannes

Con Les Olympiades Jacques Audiard ha girato un film interetnico sulle nuove generazioni, le loro relazioni sociali, intime e sessuali. Il film di Wes Anderson, invece, è sontuoso, ma ricorda un catalogo di invenzioni e citazioni. Leggi

pubblicità
Tra i film di Cannes spuntano sorprese ma anche qualche delusione

Con Tre piani Nanni Moretti impressiona fin dalla prima inquadratura. Tuttavia il film sembra non pienamente riuscito. Le rivelazioni arrivano dal giapponese Ryusuke Hamaguchi, da Paul Verhoeven e dal finlandese Juho Kuosmanen. Leggi

Amore e lotta di classe nei film di Ozon e Carrère a Cannes

Il legame tra un padre e le sue figlie e l’incontro impossibile tra due mondi distanti sono al centro di due film che rappresentano la realtà di oggi senza essere didascalici. Leggi

Il festival di Cannes torna con ottimi e grandi film

Annette, di Leos Carax, ha aperto la 74ª edizione. Un film malinconico e sereno, romantico e iconoclasta. In concorso c’è anche l’italiano Tre piani di Nanni Moretti. Leggi

pubblicità
Un mondo di mutazioni ed epifanie in tre graphic novel

Il reportage di Joe Sacco sulla popolazione dene del Canada, la mini saga postapocalittica di Ludovic Debeurme e l’horror-pop di Charles Burns sono tre promemoria sul futuro della nostra civiltà. Leggi

Il futurismo giocoso di Lorenzo Mattotti

Il signor Spartaco. Viaggio di un epicentrico è – a tutti i livelli – un caleidoscopio del novecento e della contemporaneità. E sotto quest’ultimo aspetto più attuale che mai. Leggi

Il problematico palmarès di Venezia 77 

Alla Mostra del cinema si sono viste belle cose, soprattutto nelle sezioni parallele, opere di qualità che fanno ricerca formale e di contenuti. Ma restano i dubbi sulla linea adottata dal festival più antico del mondo. Leggi

Notturno porta lo spettatore ai confini dell’umanità

Il nuovo documentario di Gianfranco Rosi, filmato nell’arco di tre anni sui confini di Iraq, Siria, Kurdistan e Libano, giunge nelle sale italiane in parallelo con la sua presentazione nel concorso di Venezia 77. Leggi

Le donne al cuore della Mostra del cinema di Venezia

Dall’assedio di Srebrenica nel 1995 a Eleanor Marx, dalla forza della musica classica indiana a un insolito western di passione omosessuale, il festival mette in primo piano storie di resistenza al femminile e non solo. Leggi

pubblicità
Più di mille film da guardare gratis online

Classici, di genere e rarità. Il sito Open Culture ha messo insieme una lista sterminata di pellicole in streaming. Un po’ di consigli per orientarsi. Leggi

Cinque film d’autore da guardare gratuitamente in streaming

Da Snowden di Oliver Stone a Eraserhead di David Lynch, qualche consiglio su cosa guardare in questi giorni. Leggi

Ad Angoulême il fumetto dà voce anche alla realtà della protesta

Il direttore artistico conferma il carattere innovativo del festival lasciando la parola anche ai manifestanti francesi. Peccato per la ridotta considerazione verso il fumetto italiano. Leggi

Il paradiso probabilmente, ovvero tutto il mondo è Palestina

Il film di Elia Suleiman ci dice che siamo alienati da globalizzazione e politica della sicurezza. Ma ci dice anche di assimilare il meglio dalla diversità e dalle contraddizioni. Leggi

La famosa invasione degli orsi in Sicilia è la grande impresa di Mattotti

Lorenzo Mattotti sbarca in una Sicilia qui risorta a terra mitica con un’avvolgente sinfonia delle forme che disegnano il mondo e la vita. Leggi

pubblicità
Nella meccanica folle di Parasite nessuno è davvero cattivo

Nel film del sudcoreano Bong Joon-ho, Palma d’oro a Cannes, i ricchi non hanno alcuna coscienza di quali fatiche e dolori i poveri devono nascondere negli antri, in corridoi, cunicoli e seminterrati. Leggi

I fantasmi di Joker siamo noi

Siamo in un mondo che sta per perdere le sue ultime batterie, le sue ultime energie. O forse le ha già terminate e non se n’è ancora reso conto. Leggi

I rohingya protagonisti di Manta Ray, un film poetico e onirico

Il regista tailandese Aroonpheng descrive il nostro odio insensato verso l’altro, anche se è un derelitto. La giungla è il nostro inconscio, il suo labirinto. Leggi

Yuli è una storia di danza e libertà

La regista ​Icíar Bollaín ha scelto di raccontare la storia del famoso ballerino cubano Carlos Acosta usando la danza come specchio della realtà. Leggi

Grazie a Dio è un film cristiano sulla pedofilia nella chiesa

Collettivo e al contempo intimo, il nuovo lungometraggio di François Ozon sovverte lungo la storia le apparenze del processo narrativo, così come le apparenze ingannano dietro la tonaca. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.