Daniele Cassandro

È un giornalista di Internazionale, si occupa delle pagine culturali: musica, libri, arte e cinema.

Raphael Saadiq e le radici nere del rock ‘n’ roll

L’album Stone Rollin’ è il capolavoro di uno dei più grandi produttori del soul degli anni novanta. Leggi

I vividi fantasmi di Rickie Lee Jones

La cantautrice americana, figlia della cultura hippy, ritrova la sua voce grazie all’elettronica. Leggi

pubblicità
La parabola di Boy George, tra omofobia di stato e rinascita dance

La trasformazione del cantante britannico da vittima ad attivista. Leggi

Raffaella Carrà, in morte di un’icona

La sua vera rivoluzione non è stata tanto nell’ombelico o nelle mosse del Tuca Tuca, ma negli spazi che è riuscita a conquistarsi, sia nell’immaginario nazionale sia nel suo lavoro. Leggi

Il debutto sofferto di Luther Vandross

La difficile ascesa di una delle più grandi voci del soul. Leggi

pubblicità
Cool Britannia addio

Il debutto dei Black Box Recorder era uno schiaffo all’ottimismo fasullo di Tony Blair. Leggi

L’arte sottile di Sharon Robinson

Il debutto solista della musicista che per anni è stata una sorta di “doppio” autoriale di Leonard Cohen. Leggi

Shirley Horn ricorda Miles Davis

La jazzista statunitense è stata anche cantante, compositrice ed eccellente pianista. I remember Miles è un omaggio all’amico e maestro. Leggi

La maniera di Sharleen Spiteri

L’album solista della cantante dei Texas è una virtuosistica ricostruzione degli anni sessanta piena di amore per il pop. Leggi

Il Brasile cubista di Thiago Nassif

Uno straordinario album post tropicalista uscito nel bel mezzo della pandemia. Leggi

pubblicità
La rinascita dance di Liza Minnelli

Come i Pet Shop Boys hanno reinventato la diva di Cabaret. Leggi

L’esotismo pop di Franco Battiato

Quello del cantante siciliano potrebbe sembrare un vezzo hippy fuori tempo massimo. Ma in Battiato c’era la coscienza di ricollegarsi a una tradizione molto più antica e sedimentata. E il desiderio di un viaggio soprattutto interiore. Leggi

Teena Marie e la linea del colore

L’album più bello della regina bianca del soul è quello che si è prodotta da sola a vent’anni. Leggi

La grande truffa dei Sigue Sigue Sputnik

La breve parabola della band che voleva essere un brand. Leggi

Billy MacKenzie, un dandy scozzese nei club di Berlino

Outernational è il suono degli anni ottanta che si spengono. Leggi

pubblicità
Uno sguardo diverso sull’arte contemporanea italiana

Dopo mesi di chiusura riapre a Roma la Quadriennale d’arte 2020. Leggi

La fiammeggiante maturità di Milva 

Uomini addosso, e l’insuccesso del femminismo a Sanremo. Leggi

Cathy Berberian canta i Beatles

Un omaggio dissacrante ma pieno di amore a John Lennon e Paul McCartney. Leggi

L’incantevole arpa jazz di Dorothy Ashby

Un prezioso album del 1970, in bilico tra funky d’atmosfera e spiritual jazz. Leggi

Kevin Rowland e il suo inno alla mascolinità fragile

Storia dell’album, e della copertina, che costò la carriera al cantante dei Dexys Midnight Runners. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.