Daniele Cassandro

È un giornalista di Internazionale, si occupa delle pagine culturali: musica, libri, arte e cinema.

Jill Jones, una musa riluttante

Un debutto sfolgorante sotto il segno di Prince e un’indipendenza pagata a caro prezzo. Leggi

Un’Aretha da riscoprire

Almighty fire, un album dimenticato e introvabile della grande soul sister. Leggi

pubblicità
Tiepolo, il pittore della felicità

Il maestro veneziano, in mostra a Milano, non era solo una star dell’arte italiana d’esportazione ma anche un cauto, intelligente innovatore. Leggi

La regina del soul afrocubano

Dalla Cuba di Batista alla New York degli anni sessanta, la storia della Lupe, regina del soul afrocubano, santona e icona gay. Leggi

McKay, la lunga strada da Bristol al Bronx

L’avventura americana di Geoff Barlow dei Portishead. Leggi

pubblicità
Il pensiero e il colore di Carla Accardi

Al Museo del novecento di Milano riapre l’antologica dell’artista siciliana che ha attraversato e influenzato cinquant’anni di astrattismo europeo. Leggi

Il breve volo degli One Dove

La storia travagliata di un capolavoro dance dimenticato dei primi anni novanta. Leggi

La presenza di Phyllis Hyman

La voce immortale di Phyllis Hyman, artista sfortunata intrappolata tra due generazioni. Leggi

La vacanza psichedelica di Robert Smith e Steven Severin

Blue sunshine è un album nato quasi per scherzo che cambia il corso della New wave britannica. Leggi

Tanita Tikaram tra ragione e sentimento

La piena maturità di una popstar riluttante. Leggi

pubblicità
Ricordi elettronici tra Berlino e Birmingham

Electribal memories degli Electribe 101 è uno dei grandi album dance perduti degli anni novanta. Leggi

Musica in attesa dell’equinozio di primavera

Jon Hassell e la sua musica esoterica, tra ambient, jazz ed elettronica. Leggi

Un Natale così finto che sembra vero

Nel 1978 i Carpenters hanno creato l’album di Natale perfetto. Leggi

Lunga vita alla peggiore cantante della storia

La diabolica modernità di Florence Foster Jenkins. Leggi

Ritorno al (retro)futuro

Nel 1983 i Matia Bazar inventavano il synth pop italiano. Leggi

pubblicità
Viaggio al termine della seratona

Gli Everything but the Girl c’insegnano a piangere in discoteca senza vergognarci. Leggi

Le dolci allucinazioni dei Mojave 3

Un anacronistico gruppo country/dream pop ci accompagna in punta di piedi fuori dal brit-pop. Leggi

World music addio: Angélique Kidjo canta i Talking Heads

La cantante beninese reinventa un disco storico della band di David Byrne con un festoso atto di riappropriazione. Leggi

La favola invernale di Sophie Ellis-Bextor

Da disco diva eroina romantica: la reinvenzione di Sophie Ellis-Bextor con Ed Harcourt. Leggi

Manuale di autodistruzione per popstar

I Soft Cell e l’arte di farsi esplodere sul più bello. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.