Giovanni De Mauro

È il direttore di Internazionale. Per scrivere alla rubrica: settimana [at] internazionale.it

Giovanni De Mauro
Anni

“Sono nata negli anni venti a Pola con sconcerto delle anagrafi”. Un brano tratto da La ragazza del secolo scorso per ricordare Rossana Rossanda. Leggi

Passaporto

Tra i cambiamenti dovuti alla pandemia ci sono le restrizioni imposte alla maggior parte delle frontiere. A farne le spese sono stati soprattutto i cittadini meno abituati ad avere limitazioni: gli statunitensi. Leggi

pubblicità
Politica

David Graeber è stato un intellettuale fuori dal comune. Era un antropologo, nato negli Stati Uniti, vissuto a Londra, morto a Venezia il 2 settembre all’età di 59 anni. Leggi

Bisbigliando

C’è un metodo pratico, economico e alla portata di tutti per contrastare la pandemia. Leggi

Ferrara

Quest’anno Internazionale a Ferrara sarà diverso dal solito. D’altra parte molte cose sono state diverse e lo saranno ancora nei prossimi mesi. Leggi

pubblicità
Partecipare

C’è stato un tempo, tra la metà degli anni novanta e la metà dei duemila, in cui internet era molto diversa da com’è oggi. Leggi

Alternative

Insieme all’industria del turismo, anche i giornalisti che si occupano di viaggi sono stati colpiti dal covid-19. Ma hanno saputo reinventarsi, trasformandosi in uno spazio di consigli per chi vuole continuare a viaggiare. Leggi

Sciocchezza

In un universo parallelo il segretario del Partito democratico ha fatto una conferenza stampa a Lampedusa parlando di migranti, di sinistra e di un poster di Angela Davis. Leggi

Dissonanza

Negli Stati Uniti la pandemia è fuori controllo. Eppure l’uso delle mascherine e il distanziamento sono rifiutati da molti sostenitori di Donald Trump in nome della libertà individuale. Leggi

Problematici

Una legge approvata trent’anni fa in Italia vieta la vendita di armi a paesi in guerra o dove sono violati i diritti umani. Eppure armi italiane sono arrivate recentemente in Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e anche in Egitto. Leggi

pubblicità
Testarda

Ci sono minacce che, pur essendo relativamente poco probabili, possono avere effetti catastrofici. Secondo l’Economist è importante attrezzarsi ad affrontare tutti gli eventi, non solo le urgenze di oggi. Leggi

Rischio

Per i giornalisti di tutto il mondo il posto di corrispondente da Washington era uno dei più ambiti. Ma da qualche tempo non è più così. Leggi

Abbattiamo

Le statue sono simboli. Ci raccontano chi eravamo quando le abbiamo volute, ci dicono chi siamo oggi quando le difendiamo o, al contrario, quando le abbattiamo. Per questo sono importanti. Leggi

Decisioni

La scelta del New York Times di pubblicare l’opinione di un senatore ha scatenato un dibattito: nell’informazione l’equidistanza è possibile? Leggi

Lampi

“Non sei tu la persona e tuttavia corrispondi alla descrizione perché c’è un’unica persona che è sempre la persona che corrisponde alla descrizione”. Leggi

pubblicità
Ruggenti

Più che il coronavirus in sé saranno le risposte che daremo alla pandemia a cambiare il mondo. Leggi

Consuetudine

Tra i vari esperimenti planetari compiuti nostro malgrado in questi mesi di quarantena c’è quello del lavoro da casa. Leggi

Contatto

Per provare a capire cosa succede intorno a noi, in questo momento di passaggio e dopo due mesi di chiusura, abbiamo deciso di documentare ventiquattr’ore in Italia attraverso le voci e i punti di vista di persone molto diverse tra loro. Leggi

Bussola

“Ci sono tante cose che sfuggono al nostro controllo. Ma come si può diventare parte attiva? Il futuro non è scritto. Ma come possiamo, almeno in parte, contribuire a scriverlo?”, chiede un lettore. Leggi

Ricordi

Che ricordo avremo di questi giorni quando tutto sarà finito? Saranno ricordi sfocati di settimane tutte uguali? Oppure ricordi di momenti dolorosi? La verità è che potremmo non ricordare molto, perché è così che funziona la memoria. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.