Pierre Haski

È un giornalista francese, tra i fondatori del sito d’informazione Rue89. Ha una rubrica quotidiana di politica internazionale su radio France Inter, pubblicata ogni mattina sul sito di Internazionale.

Pierre Haski
Benjamin Netanyahu ha perso la sua scommessa alle elezioni in Israele

Il premier non ha ottenuto la vittoria in cui sperava alle elezioni politiche del 17 settembre e ora ci vorrà del tempo per capire a cosa somiglierà il prossimo governo. Leggi

La scelta più difficile per Trump dopo l’attacco contro l’Arabia Saudita

Il presidente degli Stati Uniti deve decidere se scatenare una rappresaglia contro l’Iran, accusato di aver attaccato le principali raffinerie saudite. Leggi

pubblicità
La criptovaluta di Facebook è una sfida alla sovranità degli stati

A Basilea s’incontrano rappresentanti delle banche centrali e dell’azienda da due miliardi di utenti che vorrebbe coniare una moneta digitale al pari di uno stato sovrano. Leggi

Senza John Bolton la diplomazia statunitense è meno guerrafondaia

A Washington ci si interroga sul futuro dei rapporti con l’Iran. Per riprendere le trattative sul nucleare si discute della mediazione francese e della cancellazione delle sanzioni. Leggi

Il carcere non spegne la voce dello scrittore turco Ahmet Altan 

Condannato all’ergastolo in un processo farsa, lo scrittore turco racconta la sua esperienza in un libro descrivendo l’ingranaggio oppressivo del sistema turco. Leggi

pubblicità
Netanyahu progetta di annettere parte della Cisgiordania

Il premier israeliano prima di ogni scrutinio sceglie la via della polarizzazione e della radicalizzazione, sfoggiando una postura da leader capace di affrontare Hamas, Hezbollah e l’Iran. Leggi

A Bruxelles la nuova Commissione ha un peso politico rafforzato

La nuova presidente della Commissione, Ursula von der Leyen, si sta affermando con una squadra più politica del solito e caratterizzata, per la prima volta, dalla parità numerica tra uomini e donne. Leggi

Qual è il prezzo del ritiro delle truppe statunitensi dall’Afghanistan

Il presidente degli Stati Uniti ha fissato e poi annullato un colloquio di pace con i taliban. Evitando l’imbarazzo di incontrarli alla vigilia dell’anniversario dell’11 settembre. Leggi

Stati Uniti e Israele boicottano la mediazione francese sull’Iran

I nemici di qualsiasi riduzione della pressione esercitata su Teheran ostacolano il processo di apertura avviato da Emmanuel Macron durante il G7 di Biarritz. Leggi

Tutte le sfide che dovrà affrontare il nuovo governo Conte

Il Partito democratico e i cinquestelle sono attesi su tutti i fronti, dall’immigrazione all’economia in stallo, passando per la politica estera. Leggi

pubblicità
Il parlamento britannico si ribella a Boris Johnson

Una mozione trasversale e sostenuta da un gruppo di conservatori ribelli autorizzerà il parlamento a bloccare la Brexit senza accordo. Leggi

In Tunisia il processo democratico resta aperto

La campagna presidenziale parte sotto il segno della disillusione. Al voto anticipato del 15 settembre si profila un ballottaggio tra un candidato populista e un islamista. Leggi

A Hong Kong arriva l’avvertimento del potere cinese

Le proteste a Hong Kong continuano, ma il rapporto di forze è squilibrato a favore di Pechino. Il resto del mondo assiste impotente. Leggi

Il cambio di maggioranza in Italia ha un impatto in Europa

La svolta nel governo italiano ha rassicurato le istituzioni europee. Ma le forze antisistema non spariranno a breve termine. Leggi

Boris Johnson chiude il parlamento per blindare la Brexit

Il rapporto tra Boris Johnson e la democrazia è tra i più flessibili. In nome del rispetto del voto per la Brexit il primo ministro ha messo la museruola a una fonte di legittimità democratica. Leggi

pubblicità
La scommessa russa di Emmanuel Macron

Il presidente francese cerca di rilanciare i rapporti con Mosca con l’obiettivo di creare una “autonomia strategica” dell’Europa. Leggi

Chi vuole una guerra contro l’Iran 

Israele è sospettato di aver condotto una serie di raid contro obiettivi iraniani. Ora la diplomazia è al lavoro per evitare un’escalation militare nella regione. Leggi

Un iraniano al G7 coglie di sorpresa Donald Trump

La presenza del ministro degli esteri iraniano a Biarritz ha il merito di rafforzare l’idea di un’autonomia diplomatica europea davanti agli Stati Uniti. Leggi

È il momento di abolire il G7

L’incapacità di rappresentare il mondo attuale e le incoerenze interne al gruppo ostacolano discussioni necessarie in un contesto internazionale segnato dalle crisi. Leggi

La democrazia tunisina alla prova delle presidenziali

Dopo la morte del presidente Essebsi la transizione è avvenuta all’interno delle regole democratiche. Adesso per il paese si apre una stagione elettorale incerta. Leggi

pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.