Pierre Haski

È un giornalista francese, tra i fondatori del sito d’informazione Rue89. Ha una rubrica quotidiana di politica internazionale su radio France Inter, pubblicata ogni mattina sul sito di Internazionale.

Pierre Haski
La stretta di Pechino su Hong Kong rivela le esitazioni dell’occidente

Da Londra e Bruxelles sono arrivati alcuni comunicati critici nei confronti della legge cinese sulla sicurezza imposta nel territorio, ma nessuna azione concreta. Come affrontare una potenza che diventa sempre più straripante? Leggi

L’Europa torna a unirsi di fronte alle sfide della crisi

Il 27 maggio la Commissione ha presentato il suo coraggioso piano di rilancio di 750 miliardi di euro, tra prestiti e finanziamenti ai paesi europei più colpiti dalla pandemia. Il negoziato tra i governi sarà complesso e interessante. Leggi

pubblicità
Washington denuncia la presenza di aerei russi nella guerra libica

La Libia è diventata la nuova Siria, terreno di scontro per le potenze in cerca d’influenza. E nessuno sembra in grado di fermare l’escalation nel conflitto. Leggi

La diplomazia distruttiva di Trump è in un vicolo cieco

Il presidente repubblicano ha messo in discussione il sistema diplomatico multilaterale. E si trova isolato nella rivalità con la Cina, diventata il cavallo di battaglia della sua campagna per la rielezione. Leggi

L’Unione europea in bilico tra solidarietà e sterile contabilità

L’Unione deve aiutare i paesi più in difficoltà o è solo un meccanismo tecnico per sostenerli? Il 27 maggio la Commissione deve decidere tra due modi di affrontare la crisi, ma uno solo di questi può salvare il progetto europeo. Leggi

pubblicità
Pechino impone la sua legge a Hong Kong

La Cina vuole dimostrare che non intende lasciarsi intimidire dall’escalation verbale di Donald Trump. Ma a farne le spese saranno le già limitate libertà del territorio. Leggi

L’America Latina ci ricorda che il virus è ancora forte

Come nel resto del mondo, anche in Sudamerica si accentuano le fragilità delle comunità, e le disuguaglianze sono aggravate dal virus e dalle catastrofi che provoca. Leggi

Tra Washington e Pechino scoppia la guerra tecnologica

Gli Stati Uniti non vogliono perdere terreno e hanno adottato nuove misure per privare il colosso della telefonia cinese Huawei dei semiconduttori, preziosi e indispensabili componenti degli smartphone. Leggi

Merkel e Macron trovano l’intesa su un fondo per rispondere alla crisi

Nel caso del covid-19 l’Unione è stata messa di fronte ai suoi limiti economici e politici. Il 18 maggio Francia e Germania hanno raggiunto un primo accordo per superarli. Leggi

Scontro ideologico all’assemblea annuale dell’Oms

Come tutte le agenzie dell’Onu, l’Organizzazione mondiale della sanità riflette l’andamento dei rapporti internazionali. E per farla funzionare bene serve la sua riforma, non la sua distruzione. Leggi

pubblicità
Cina e Stati Uniti hanno perso la sfida del soft power

In questa crisi non c’è stata nessuna leadership né tantomeno un “modello americano”. Pechino ha mandato messaggi aggressivi, e solo i paesi che hanno saputo gestire la pandemia sono convincenti agli occhi del mondo. Leggi

L’estrema destra guida la protesta contro le misure di distanziamento

In tutto il mondo gruppi complottisti e ostili alla scienza contestano le misure di chiusura adottate contro la pandemia. Con una ricetta fatta di disinformazione, manipolazione e intolleranza. Leggi

Strage a Kabul nell’attentato al reparto maternità di un ospedale

Le vittime dell’attacco sono soprattutto donne e bambini. Nessuno ha rivendicato l’azione, ma si pensa che la responsabilità sia del gruppo Stato islamico. Nonostante gli annunci, la pace nel paese è ancora lontana. Leggi

È in corso una battaglia diplomatica su Taiwan all’Oms

La Cina considera l’isola come una sua provincia e finora ha ostacolato la sua presenza nelle agenzie Onu come l’Organizzazione mondiale della sanità. Ma sempre più paesi sostengono le ragioni di Taipei. Leggi

La riapertura sudcoreana e i limiti delle app di tracciamento

Seoul ha chiuso i locali notturni dopo un ritorno dei contagi. Ma molti contatti del nuovo “paziente zero” emersi dagli smartphone sono frequentatori di discoteche gay e alcuni di loro esitano a farsi avanti per paura dei pregiudizi. Leggi

pubblicità
La Polonia mostra le difficoltà della democrazia ai tempi del virus

La decisione del governo polacco di rimandare le presidenziali dimostra che è impossibile organizzare un voto democratico in un contesto come quello attuale. La vicenda alimenta interrogativi cruciali. Leggi

La crisi politica e sociale libanese è aggravata dal virus

Anche se il paese sta superando meglio di altri la pandemia di covid-19, l’economia è moribonda. Metà dei libanesi vive al di sotto della soglia di povertà e non esistono ammortizzatori sociali per sostenerli. Leggi

Problemi comuni e soluzioni diverse per la riapertura in Europa

Ogni paese europeo decide per conto suo, ma in realtà il fallimento di uno stato minaccerebbe tutti i vicini, con o senza la chiusura delle frontiere. Leggi

Il mondo non si fa coinvolgere nello scontro tra la Cina e Trump

Molti governi chiedono a Pechino maggiore trasparenza sulle origini dell’epidemia, ma senza i toni da guerra fredda e le contraddizioni dell’amministrazione statunitense. Leggi

In Amazzonia il virus rischia di sterminare i popoli indigeni

Il coronavirus è una minaccia estrema per i popoli indigeni del Brasile, ignorati dal presidente Bolsonaro e già esposti alla deforestazione delle loro terre e agli incendi. Un appello per salvarli. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.