Pierre Haski

È un giornalista francese, tra i fondatori del sito d’informazione Rue89. Ha una rubrica quotidiana di politica internazionale su radio France Inter, pubblicata ogni mattina sul sito di Internazionale.

Pierre Haski
Il presidente palestinese è a Parigi in cerca di nuovi alleati

Abu Mazen incontra Emmanuel Macron al palazzo dell’Eliseo, a Parigi, ma l’obiettivo è più che altro quello di scongiurare la catastrofe. Leggi

L’intesa impossibile al vertice europeo sui migranti

Dopo diversi scambi ostili, i leader europei s’incontrano il 20 settembre a Salisburgo per affrontare il tema che infiamma gli animi: l’immigrazione. Leggi

pubblicità
Il futuro dell’intelligenza artificiale si decide in Cina

Pechino ha accesso al materiale più prezioso per lo sviluppo tecnologico: i dati dei suoi 800 milioni di cittadini. Leggi

Kim Jong-un, premio Nobel per la strategia

Molti lo ritenevano nel migliore dei casi inesperto o, nel peggiore, pazzo. Ma è riuscito a ottenere quello che voleva senza dare niente in cambio: dialoga con la Casa Bianca, con Pechino e con Seoul e le atomiche sono ancora lì. Leggi

Si combatte per Idlib ma nessuno pensa ai siriani

Dicono che la guerra in Siria sia arrivata al capolinea, ma la realtà è che si tratta di un conflitto sempre più internazionalizzato. La lista dei paesi coinvolti è impressionante. E i cittadini siriani non vengono ascoltati. Leggi

pubblicità
La crisi del 2008 ha distrutto la fiducia dei cittadini

Le disuguaglianze sono aumentate e i movimenti populisti e di destra ne hanno approfittato. L’Europa si era rivelata fragile, e ora ne paga le conseguenze. Leggi

Il parlamento europeo dice no a Viktor Orbán e all’estrema destra

Con un voto storico il parlamento europeo ha sancito l’avvio di una procedura contro l’Ungheria a causa delle preoccupazioni sullo stato di diritto nel paese. Leggi

Le manovre militari di Russia e Cina sono un segnale preoccupante

Le più grandi esercitazioni congiunte tra Mosca e Pechino dalla fine della guerra fredda sono una reazione inquietante alle decisioni di Donald Trump. Leggi

La Cina ripete gli errori del passato contro gli uiguri

Un recente rapporto di Human rights watch fornisce una testimonianza preoccupante delle violenze subite dalla minoranza musulmana nello Xinjiang. Leggi

In Svezia la paura dei migranti ha favorito l’estrema destra

L’avanzata dei Democratici svedesi alle elezioni del 9 settembre distrugge l’immagine idilliaca del paese. Leggi

pubblicità
Donald Trump mantiene la sfida contro tutto e tutti

In un clima segnato dal caos politico, il presidente degli Stati Uniti resta fedele a se stesso. E la base dei suoi elettori è ancora con lui. Leggi

I social network faticano a contrastare le notizie false

In vista delle elezioni statunitensi ed europee i social network sono chiamati a controllare che nessuno li strumentalizzi per diffondere dubbi e confusione. Leggi

La tentazione populista della sinistra tedesca

La storia ci dirà se il movimento Aufstehen, nato il 4 settembre a Berlino, segnerà un punto di svolta nella politica del paese, o se sarà solo un fenomeno effimero. Leggi

La Cina torna a scommettere sull’Africa

È uno dei più importanti sviluppi degli ultimi dieci anni, e non ce ne siamo ancora resi conto. La Cina è diventata il primo partner del continente africano. Leggi

La sfida dell’estrema destra tedesca a Chemnitz

La presenza di braccia tese e slogan nazionalisti per le strade di una città tedesca non è mai un fatto insignificante. Leggi

pubblicità
Salvini e Orbán sfruttano la debolezza degli avversari

Il ministro dell’interno italiano e il primo ministro ungherese hanno un obiettivo comune: vogliono spingere l’Europa verso una completa svolta a destra. Leggi

La Romania alle prese con la rabbia degli emigrati

Sono milioni i romeni che vivono nel resto d’Europa. Il 10 agosto migliaia hanno manifestato contro il governo a Bucarest, ma hanno ricevuto in cambio manganellate e lacrimogeni. Leggi

L’estrema destra vuole vincere le elezioni europee con la paura

I partiti e gli elettori democratici dovranno fare attenzione, perché populisti e nazionalisti potrebbero diventare la prima forza del parlamento europeo. Leggi

La prima volta dello Zimbabwe alle urne senza Mugabe

I despoti di solito lasciano il potere da morti o costretti con la forza, come Mugabe deposto dall’esercito. Ma il Camerun e l’Algeria vivono situazioni simili. Leggi

La guerra commerciale di Trump avvicina Europa e Cina

Lanciandosi contemporaneamente contro Pechino e Bruxelles, Donald Trump ha provocato l’avvicinamento dei due blocchi che ha preso di mira. Leggi

pubblicità