France Inter

È una delle più importanti radio pubbliche francesi e fa parte di Radio France.

Un momento cruciale per la guerra o per la pace a Gaza

Israele minaccia di attaccare Rafah all’inizio del Ramadan. Intanto i negoziati al Cairo sono bloccati e milioni di palestinesi non sanno più dove scappare. Ci sono solo due scenari in cui i combattimenti potrebbero fermarsi. Leggi

Se la Russia invia armi nello spazio

Per i servizi segreti statunitensi Mosca si sta preparando all’invio di armi antisatellite, che potrebbero essere nucleari. Lo spazio, a lungo demilitarizzato, sta diventando uno dei terreni del conflitto. Leggi

pubblicità
L’Europa dà vita a una controffensiva diplomatica per l’Ucraina

Nel momento in cui il sostegno statunitense all’Ucraina è minacciato e l’ombra di Donald Trump incombe, i leader europei assicurano l’aiuto di cui Kiev ha bisogno attraverso dei trattati di sicurezza bilaterali. Leggi

L’Estonia mette in guardia l’Europa su un’aggressione russa

Tallin si considera al fronte e ritiene che Mosca si stia preparando per una guerra contro la Nato. La premier Kaja Kallas sostiene che le contromosse dell’Unione sono del tutto insufficienti. Leggi

Gli occhi del mondo sono puntati sul voto in Indonesia

Il 14 febbraio più di duecento milioni di indonesiani eleggono il loro presidente. L’evento è di grande interesse perché il paese è una delle potenze emergenti del mondo, guardato con attenzione da Pechino e Washington. Leggi

pubblicità
Il silenzio imbarazzante dei governi occidentali sugli attacchi di Israele

Davanti al disastro umanitario di Rafah, nuovo obiettivo dei militari israeliani nel sud della Striscia di Gaza, Stati Uniti ed Europa si limitano a vaghi inviti alla moderazione. Una posizione indifendibile di fronte all’opinione pubblica. Leggi

La frase terribile di Donald Trump sull’Europa e la Nato

Stavolta l’ex presidente ha superato se stesso esprimendo una posizione che mette in pericolo la sicurezza dell’Europa e distrugge le basi dell’alleanza atlantica. I paesi europei devono prepararsi all’ipotesi di una vittoria di Trump, che sarebbe un salto nel buio. Leggi

La tregua fra Israele e Hamas è ancora lontana

Il 7 febbraio Benjamin Netanyahu ha bocciato la proposta di Hamas per un cessate il fuoco. Intanto la guerra continua a prendere una piega sempre più drammatica, con l’esercito israeliano che si avvicina a Rafah. Leggi

Joe Biden rischia una sconfitta sugli aiuti all’Ucraina

A Washington si vota su un pacchetto da 118 miliardi di dollari destinati tra gli altri a Kiev. Per il presidente è un importante test di credibilità politica, che Donald Trump proverà a sabotare. Leggi

La crisi politica in Senegal è una cattiva notizia per tutti

La decisione del presidente Macky Sall di sospendere le elezioni ha scatenato le proteste. Il paese, a lungo modello nell’Africa francofona, rischia di sprofondare nel caos. Colpisce l’impotenza di Unione europea e Stati Uniti. Leggi

pubblicità
Una prima ministra che fa la storia in Irlanda del Nord

Si chiama Michelle O’Neill, ha 47 anni e dal 3 febbraio guida il governo del paese. La sua nomina è memorabile per diversi motivi. Leggi

Le sanzioni americane contro dei coloni israeliani sono un gesto forte

Il 1 febbraio il presidente degli Stati Uniti ha firmato un ordine esecutivo contro quattro persone coinvolte nelle violenze in Cisgiordania. La portata del provvedimento è limitata, ma è un segnale politico per Netanyahu. Leggi

Il paradosso Orbán che blocca il vertice dell’Europa

I paesi dell’Unione avrebbero pronta una proposta al premier ungherese per assicurarsi il suo sostegno al pacchetto di aiuti da 50 miliardi all’Ucraina. Ma la partita al Consiglio europeo è delicata e incerta. Leggi

Aumentano le pressioni per un cessate il fuoco a Gaza

I capi dei servizi di sicurezza israeliani, statunitensi ed egiziani si sono visti a Parigi. Il segretario di stato americano va di nuovo in Israele. L’Iran sembra aprire uno spiraglio. I prossimi giorni saranno decisivi. Leggi

Il dilemma degli Stati Uniti su cosa fare con l’Iran

Né Washington né Teheran vogliono una guerra regionale, ma Joe Biden deve decidere come reagire all’attacco alla base americana in Giordania che ha ucciso tre militari statunitensi. Il rischio di escalation sale ogni giorno. Leggi

pubblicità
Le accuse israeliane all’Onu peggiorano la tragedia dei palestinesi

Israele sostiene che dodici dipendenti dell’agenzia dell’Onu per i profughi palestinesi hanno avuto un ruolo negli attacchi di Hamas del 7 ottobre. È stata aperta un’indagine interna, ma non basta a spegnere l’incendio. Leggi

Le bugie sull’aereo russo precipitato a Belgorod sono armi di guerra

Il velivolo militare russo si è schiantato il 24 gennaio nella regione di Belgorod. Secondo Mosca trasportava prigionieri ucraini. Non si sa cosa sia successo, ma la Russia sfrutta la vicenda per indebolire Kiev. Leggi

Tutte le potenze del mondo corteggiano l’Africa

Russi, cinesi, statunitensi ed europei. Il continente ha ormai un ruolo centrale, come dimostrano gli ultimi incontri diplomatici. Le ragioni sono molte. Leggi

Israele intensifica gli attacchi e accerchia Khan Yunis

L’accerchiamento della città nel sud della Striscia di Gaza potrebbe segnare l’inizio della battaglia più dura dall’inizio della guerra. Intanto si continua anche a negoziare. Leggi

L’estrema destra in Germania vuole uscire dall’Unione europea

Alice Weidel, leader dell’Alternative für Deutschland, tesse le lodi della Brexit. E dice che il suo partito potrebbe organizzare un referendum per una Dexit. Una posizione che preoccupa. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.