France Inter

È una delle più importanti radio pubbliche francesi e fa parte di Radio France.

L’Europa resta immobile dopo il dramma dei migranti nella Manica

Di fronte ai migranti morti nel canale della Manica, nel Mediterraneo, o al confine tra Bielorussia e Polonia, noi, abitanti della ricca Europa non abbiamo ancora risposte, per egoismo nazionale, paura dei populismi o calcolo politico. Leggi

Il nuovo governo tedesco rimescola le carte in Europa

L’esecutivo di socialdemocratici, verdi e liberali nasce contemporaneamente a un nuovo trattato tra Italia e Francia. Con la fine dell’era Merkel, per l’Europa è il momento di organizzare una nuova idea di leadership. Leggi

pubblicità
La Lituania difende la democrazia e ne paga il prezzo

L’apertura di un ufficio di rappresentanza diplomatica di Taiwan irrita Pechino e la presenza degli oppositori bielorussi infastidisce Minsk. Ma anni di dominazione sovietica hanno insegnato la resistenza al paese baltico. Leggi

In Burkina Faso cresce l’ostilità verso la Francia

Le operazioni francesi ed europee antiterrorismo nel Sahel esasperano la popolazione locale, principale vittima degli attacchi jihadisti. Per risolvere il problema bisogna andare oltre l’intervento militare. Leggi

La vicenda della tennista Peng Shuai mette in imbarazzo Pechino

Le proteste internazionali e del mondo sportivo per la scomparsa della tennista che ha denunciato di essere stata stuprata da un ex vicepremier hanno spinto il Partito a farla riapparire per salvare i giochi olimpici del febbraio 2022. Leggi

pubblicità
Chi minaccia il fragile equilibrio della Bosnia Erzegovina

Il leader serbo-bosniaco Milorad Dodik sembra voler spaccare il paese, anche con le armi. L’Unione europea non riesce ad agire unita, ma dovrebbe farlo per evitare una nuova guerra a una popolazione indifesa. Leggi

New Delhi soffoca nell’inquinamento da carbone

Le autorità hanno chiuso scuole e cantieri nella capitale indiana a causa dello smog. Dopo aver rifiutato di rinunciare al carbone nel trattato di Glasgow, è diventato ancora più urgente per l’India rivedere la sua politica energetica. Leggi

L’ingranaggio della guerra etnica all’opera in Etiopia

Amnesty international denuncia un’ondata di arresti su base etnica e l’Onu chiede un immediato cessate il fuoco. La comunità internazionale deve fermare l’escalation. Leggi

Prove di disgelo tra Joe Biden e Xi Jinping

Il summit virtuale tra il presidente statunitense e il leader cinese ha cercato di superare la logica del confronto degli ultimi anni. Ma entrambi hanno messo dei paletti molto chiari, a cominciare dalla questione di Taiwan. Leggi

L’Europa resiste al ricatto di Lukašenko

La crisi umanitaria è destinata a diventare sempre più internazionale, con il coinvolgimento anche della Russia e della Nato. Ma i paesi dell’Unione europea sono decisi a dimostrare al dittatore bielorusso che la sua strategia non funzionerà. Leggi

pubblicità
Un vertice a Parigi per dare una possibilità alla Libia

Il 24 dicembre per la prima volta nella storia del paese sarà eletto un presidente. La comunità internazionale si riunisce a Parigi per fare pressioni a favore del ritiro dei combattenti stranieri. E fare i conti con la candidatura del generale Haftar. Leggi

I Pandora papers mettono in difficoltà il presidente cileno

La camera bassa ha votato per la destituzione di Sebastián Piñera, coinvolto nei documenti che hanno svelato corruzione ed evasione fiscale. Il senato forse si opporrà, ma le elezioni presidenziali del 21 novembre ne risentiranno di certo. Leggi

La crisi alla frontiera polacca può diventare una trappola per l’Europa

Una reazione puramente securitaria che non tenga conto della crisi umanitaria o una reazione politica insufficiente sarebbero un fallimento del progetto europeo. Leggi

Alla frontiera polacca una crisi umanitaria orchestrata da Minsk

In ritorsione alle sanzioni imposte dall’Unione europea il regime bielorusso favorisce l’arrivo di migliaia di migranti e il loro passaggio in Polonia. Varsavia protesta, ma a nessuno sembra interessare la sorte dei profughi. Leggi

Xi Jinping vuole riscrivere la storia per consolidare il proprio potere

La sesta assemblea plenaria del comitato centrale del Partito comunista darà al presidente Xi carta bianca per preparare l’esercito e l’economia alla nuova fase storica, in cui promette che la Cina diventerà la prima potenza mondiale. Leggi

pubblicità
La battaglia per Taiwan si sposta in Europa

Pechino e Taipei aumentano gli sforzi diplomatici per conquistare alleati europei. Ma sulla questione dell’indipendenza dell’isola le posizioni internazionali si stanno radicalizzando. Leggi

La Francia restituisce al Benin le opere sottratte durante la colonizzazione

Il gesto di Parigi fa parte del tentativo di stabilire nuovi rapporti con il continente africano, e il percorso passa anche per queste dimostrazioni di rispetto. Leggi

Ai prossimi due vertici mondiali mancherà il vero protagonista

Il G20 a Roma e la Cop26 a Glasgow si terranno senza la partecipazione di Xi Jinping: la sua assenza è un simbolo evidente della scarsa collaborazione internazionale su temi fondamentali come l’economia e l’emergenza climatica. Leggi

Il colpo di stato interrompe la transizione democratica in Sudan

A due anni dalla caduta del dittatore Omar al Bashir, i militari sudanesi prendono il potere con la forza per difendere i loro interessi. Leggi

Erdoğan sfida gli alleati occidentali per nascondere i suoi errori

Intimando a dieci ambasciatori di lasciare il paese perché hanno chiesto la liberazione di un dissidente, il presidente turco rischia di inimicarsi importanti partner strategici ed economici. Ma è una manovra abbastanza classica. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.