Annalisa Camilli

È una giornalista, lavora a Internazionale dal 2007. Il suo ultimo libro è La legge del mare (Rizzoli 2019). Su Twitter: @annalisacamilli

I segni che lascia il covid-19 su chi è guarito

Spossatezza, problemi respiratori, danni cardiaci, ma anche ansia, incubi, sindrome post traumatica da stress: cosa rimane della malattia una volta guariti dalle forme più gravi. Leggi

Gli invisibili di Castel Volturno che la sanatoria non considera

Viaggio in uno dei territori italiani più interessati dalla presenza di migranti irregolari, in cui la sanatoria rischia di avere effetti minimi. Leggi

pubblicità
Un morto senza nome è il simbolo della nuova frontiera europea

Non è solo un evento tragico, è anche il simbolo del nuovo corso delle politiche italiane ed europee dell’immigrazione lungo la rotta migratoria più pericolosa del mondo. Leggi

Perché abbiamo paura di uscire?

Tra insicurezza, ansia e rimozione: i sentimenti ambigui degli italiani di fronte alla riapertura delle attività produttive dopo due mesi d’isolamento. Leggi

Regolarizzazione dei migranti, come funzionerà

Perché la misura è criticata dalle associazioni e dagli esperti di immigrazione. Leggi

pubblicità
Avremmo dovuto fermarci sulla soglia di quell’abbraccio

Sono le donne che spaventano, quelle che continuano ad andare in giro per il mondo per una causa, per una buona causa o perché gli va. Leggi

Vecchie e nuove povertà a Roma durante la pandemia

Sono raddoppiate le persone che chiedono aiuto per la spesa durante la pandemia. Ma a occuparsi di loro sono quasi esclusivamente ong e associazioni. Leggi

E se ricominciassimo dall’iperfamiglia?

Di fronte a questa crisi sanitaria scopriamo quello che i più vulnerabili sanno da tempo: le relazioni, anche quelle irregolari, spesso ci salvano la vita. Leggi

Donne e lavoro, perché la pandemia rischia di spingerci indietro

Per milioni di donne i prossimi mesi sono carichi di incertezza. Scuole e asili chiusi rischiano di costringerle a rinunciare al lavoro: un aspetto assente dai decreti del governo sull’emergenza sanitaria. Leggi

Siamo pronti per la fase due?

Il presidente del consiglio italiano ha annunciato che dal 4 maggio entreremo nella cosiddetta fase due. Ma che significa? Cosa consigliano gli esperti e quali errori dovrebbero essere evitati per scongiurare un nuovo picco di contagi? Leggi

pubblicità
Dal caso Nerola ai test, come il Lazio ha frenato il coronavirus

Un paesino della campagna romana è diventato un laboratorio per capire come avviene il contagio da covid-19, come contrastarlo e quali misure adottare per entrare nella fase due. Leggi

I migranti sono spariti dai nostri discorsi

Ma le persone continuano a partire dalla Libia e a morire lungo la rotta più pericolosa del mondo, mentre i governi europei violano il diritto internazionale. Leggi

I veri numeri del contagio a Brescia e in Lombardia

Una persona su sei è stata contagiata dal coronavirus in una delle province più colpite dalla pandemia, ma le autorità ancora non lo riconoscono. Cosa non ha funzionato. Leggi

Il dolore invisibile dei medici in corsia contro il coronavirus

Li chiamiamo eroi, ma in pochi si stanno occupando della salute mentale dei medici e degli infermieri che stanno curando i malati di coronavirus. Leggi

Cosa è successo a Bergamo, la città italiana più colpita dal virus

Il collasso degli ospedali, la mancanza di protezione per il personale sanitario, la zona rossa mai dichiarata e le fabbriche ancora in funzione: cronaca di un disastro. Leggi

pubblicità
Nei centri per il rimpatrio nessuna protezione contro il coronavirus

Dall’Italia alla Francia, i centri di detenzione non hanno adottato nessun protocollo contro il coronavirus, mentre i voli di rimpatrio sono sospesi per via dell’emergenza. Leggi

Gli operai e i facchini scioperano per la loro salute

Metalmeccanici e lavoratori della logistica, migliaia di persone hanno incrociato le braccia nelle ultime ore perché le aziende garantiscano protezione dal coronavirus. Leggi

La paura del coronavirus nel campo profughi più grande d’Europa

Nell’hotspot di Lesbo, trasformato in una sovraffollata prigione a cielo aperto, il timore dell’epidemia di Covid-19 si aggiunge ai problemi quotidiani di una popolazione che vive ai margini. Leggi

Chi sono i greci che attaccano le ong a Lesbo

Alcuni abitanti di Lesbo hanno organizzato blocchi stradali e attacchi contro le ong, mentre sull’isola sono arrivati cinque militanti di Generazione identitaria. Leggi

A Lesbo finisce l’Europa

Le organizzazioni non governative stanno sospendendo le loro attività sull’isola per il timore di essere attaccate da chi non vuole che aiutino i profughi. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.