Annalisa Camilli

È una giornalista, lavora a Internazionale dal 2007. Ha vinto l’Anna Lindh Award, il premio Tutino, il premio Cristina Matano. Il suo ultimo libro è La legge del mare (Rizzoli 2019). Su Twitter: @annalisacamilli

L’inchiesta anomala della procura di Trapani sulle ong

Nei fascicoli dell’inchiesta siciliana sulle ong sono state trascritte anche le conversazioni tra decine di giornalisti e le loro fonti. Leggi

In un anno sono andati 46mila posti per l’accoglienza ai migranti 

Il decreto sicurezza del 2018 ha favorito i grandi centri e tagliato la spesa per l’accoglienza: tra il 2018 e il 2019 sono stati chiusi più di 2.600 centri. Leggi

pubblicità
Perché si riparla di ius soli e cosa vuol dire

Che cos’è lo ius soli di cui parla Enrico Letta e come è nata l’idea di una riforma dell’attuale legge sulla cittadinanza che risale al 1992. Leggi

Quanti soldi ha investito l’Italia per fermare i migranti?

Dal gennaio 2015 al novembre 2020, l’Italia ha speso almeno 1,3 miliardi di euro in 25 paesi africani per impedire gli arrivi in Europa. Lo denuncia un nuovo rapporto di Action Aid. Leggi

I diritti delle donne sotto attacco in Umbria e nelle Marche

In Umbria il consiglio regionale presenta un piano che sostiene la famiglia tradizionale e vuole fare entrare i prolife nei consultori, mentre nelle Marche si vuole limitare l’accesso all’aborto farmacologico. Leggi

pubblicità
La pandemia dentro una residenza per anziani

Nelle case di riposo e nelle residenze per anziani il covid ha ucciso migliaia di persone: la vita, la morte, la malattia viste da alcuni ultranovantenni in una struttura italiana. Leggi

L’Italia condannata per i respingimenti di migranti

Per il tribunale di Roma è illegale rimandare i migranti in Slovenia, dopo che sono entrati in Italia, sulla base di un accordo bilaterale del 1996. Leggi

Frontiere, una newsletter sulle migrazioni

Arriva una volta alla settimana, il lunedì, e racconta cosa succede nel mondo dell’immigrazione. Leggi

I dimenticati di Lipa, intrappolati nel ghiaccio della Bosnia

Bloccate alla frontiera tra Bosnia e Croazia, tremila persone vivono in ripari di fortuna. Centinaia sono rimaste nel campo di Lipa, distrutto da un incendio a fine dicembre, nonostante le temperature siano scese sotto lo zero. Leggi

Il sorriso di Agitu Idea Gudeta

Dà angoscia pensare alla sequenza di violenze psicologiche e fisiche che una donna di 43 anni ha dovuto subire nel corso della sua vita, fino all’omicidio efferato per mano di un suo dipendente. Leggi

pubblicità
Che cambia con il nuovo decreto immigrazione

Il senato ha approvato la modifica dei cosiddetti decreti Salvini, le due misure che, a partire dal 2018, hanno cambiato radicalmente la legislazione italiana in materia di asilo, soccorso in mare, accoglienza degli stranieri e cittadinanza. Leggi

Chi sono quelli che si oppongono al vaccino per il covid in Europa

Mentre i governi preparano piani vaccinali contro il covid-19, in tutta Europa i no vax protestano tra teorie del complotto, estrema destra e negazionismo. Leggi

Gli effetti psicologici della pandemia 

La seconda ondata dell’epidemia sta mettendo alla prova sempre più persone dal punto di vista psicologico, molto più della prima. Leggi

Gli effetti a lungo termine del covid-19 

Quattro milioni di persone nel mondo potrebbero essere affette dalla sindrome del covid lungo o post-covid, con disturbi che permangono per mesi. Ma per loro non è prevista nessuna assistenza specifica. Leggi

I fondi che mancano per combattere la violenza contro le donne

Durante la pandemia i centri antiviolenza e le case rifugio italiane hanno vissuto una condizione di sovraccarico, acuito dalla mancanza dei fondi e dai ritardi nella loro erogazione. Leggi

pubblicità
Da eroi a untori, il problema dell’Italia con gli infermieri

La mancanza di personale, i bassi salari, il pericolo di contagiarsi: le difficoltà degli infermieri italiani davanti alla seconda ondata dell’epidemia. Leggi

Morire a sei mesi nel Mediterraneo

La morte di un bambino di sei mesi solleva più di un interrogativo sull’assenza di un sistema comune europeo di soccorso. Leggi

La rabbia e la lotta dei rider durante la pandemia

Sono considerati essenziali, ma il loro lavoro è precario, senza garanzie e pagato a cottimo. Ecco perché i fattorini in bicicletta scioperano da giorni in tutta Italia. Leggi

Da dove viene la rabbia di chi protesta a Napoli

Crisi del turismo, lavoro nero e lavoro grigio, precari e disoccupati senza ammortizzatori: l’epidemia ha fatto esplodere le contraddizioni di una città che teme di tornare nelle mani della criminalità organizzata come negli anni novanta. Leggi

Qual è stato l’impatto della pandemia sui migranti

I migranti hanno il doppio delle probabilità di contrarre il virus, perché molti di loro lavorano in settori considerati essenziali. La ricostruzione del Dossier statistico immigrazione 2020, realizzato da Idos e Confronti. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.