• 16 Set 2016 12.07
16 settembre 2016 12:07
Paul Mason a Londra, nel 2011.

L’economista britannico Paul Mason ha qualche consiglio per la classe politica europea, in particolare per quella di sinistra.

Il capitalismo sarà sconfitto dall’informazione. Lo sostiene l’economista britannico Paul Mason nel suo libro Postcapitalismo (il Saggiatore 2016), che analizza la crisi economica scoppiata nel 2008 e gli errori che l’hanno causata. Secondo Mason il sistema dev’essere sostituito da un’economia di rete fondata sulla conoscenza e sulla condivisione: “La tecnologia ha introdotto modi di lavorare e consumare che mettono in discussione il sistema economico basato sulla legge della domanda e dell’offerta. Tempo libero, attività in rete e gratuità saranno la moneta di scambio del futuro”.

Mason, docente di economia e giornalista che in passato ha lavorato per Channel 4 e Bbc, ha dei consigli in particolare per la sinistra europea: “Deve concentrarsi sull’uso innovativo del potere. Non bastano sogni o progetti a corto raggio: serve un progetto capace di invertire il corso della storia”. Un progetto che nel Regno Unito – durante il lungo dibattito sulla Brexit – è mancato e ora deve trovare un nuovo slancio. Secondo Mason la formula è combattere e rimettere la giustizia sociale e la democrazia al centro della politica laburista. Insomma, ha scritto sul Guardian, rispondere al disastro della Brexit con la Progrexit.

Paul Mason sarà al festival di Internazionale a Ferrara il 1 ottobre in piazza Municipale intervistato da Giorgio Zanchini.

Questo articolo è stata pubblicato il 16 settembre 2016 a pagina I di Internazionale con il titolo “Il postcapitalista”. Compra questo numero | Abbonati

pubblicità

Iscriviti alla newsletter

Leggi l’informativa completa sulla privacy.

Acconsento a:

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.