L’inchiesta da leggere e guardare

Stefano Liberti

Dove: Università degli studi di Ferrara
Quando: 29 e 30 settembre, 1 ottobre 2017, dalle 10 alle 13
Lingua: italiano
Partecipanti: 30 studenti
Costo: 155 euro

Il giornalismo di oggi è sempre più multimediale e basato su più elementi: video, infografiche, testi, mappe interattive, contenuti audio, animazioni. Come si costruisce un’inchiesta multimediale? Qual è la sua forza e la sua efficacia rispetto a un semplice testo scritto? Sempre di più oggi il giornalista o l’aspirante tale deve considerare la possibilità di usare tutti questi strumenti e deve saperli integrare, scegliendo di volta in volta il modo più efficace per raccontare una storia.

Il corso fa per te se sei giornalista o aspiri a diventarlo, sei curioso nei confronti del giornalismo digitale, del videogiornalismo e in generale della comunicazione multimediale. Se vuoi conoscere diverse tecniche di racconto e provare a immaginare il giornalismo di domani.

Obiettivi
Essere in grado di concepire e presentare una storia in modo completo, affrontandola da diversi punti di vista e con diverse tecniche narrative.

Programma indicativo
Il corso analizzerà esempi di inchieste video, webdocumentari e giornalismo narrativo, sia italiani sia internazionali. Gli studenti impareranno a progettare una storia adatta a vari supporti, approfondendo le modalità per raccogliere il materiale e il rapporto con le fonti. Si parlerà inoltre di come creare un team e un gruppo di lavoro, soffermandosi sulla strategia di promozione nei mezzi di comunicazione e nei social network.

Materiale da portare
Computer o tablet, carta e penna.

SOLD OUT
Iscriviti alla lista d’attesa, ti invieremo un’email nel caso dovesse liberarsi un posto. Per sapere come funziona la lista d’attesa consulta le domande frequenti.

pubblicità