Quando dormo

Sotto la corteccia ho alcuni fasci di rami

Più bianchi degli altri

E sul gomito mi spunta una fronda

Quando dormo sono una barca dalle vele raccolte

Con il ponte senza ossa

Morbidamente ricoperto da un vecchio telone

Quando dormo cerca in me la lettera di un

[esploratore polare

Una lamentela per la mancanza di neve

Perché i miei territori sono abitati dal caldo

[alito delle cagne

E potrei anche essere una persona migliore

Quando dormo

Non so niente di me

Jitka N. Srbová è una poeta, giornalista e copywriter ceca nata nel 1976. Collabora con il settimanale letterario Tvar e vive a Hořovice, nella Boemia centrale. Questa poesia è tratta dalla raccolta Někdo se loudá po psím (“Qualcuno va a zonzo come un cane”, Dauphin 2011). Traduzione dal ceco di Raffaella Belletti.

Questo articolo è uscito sul numero 1435 di Internazionale, a pagina 102. Compra questo numero | Abbonati