Yasser Al-Zayyat, AFP/Getty Images

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite il 22 febbraio ha approvato all’unanimità la fine dei risarcimenti imposti all’Iraq per compensare il vicino Kuwait delle perdite legate all’invasione voluta da Saddam Hussein nel 1990. Nell’arco di trent’anni l’Iraq ha versato al Kuwait 52,4 miliardi di dollari, usando una quota tra il 3 e il 5 per cento dei guadagni delle vendite di petrolio. I fondi erano destinati a persone, aziende e agenzie governative danneggiate dall’operazione militare irachena, che diede il via alla prima guerra del Golfo. Secondo il sito kuwaitiano Nabd è “una prova della riconciliazione tra i due paesi”. ◆Nella foto: celebrazioni per l’anniversario della fine della guerra del Golfo ad Al Kuwait, il 25 febbraio 2022

Questo articolo è uscito sul numero 1450 di Internazionale, a pagina 18. Compra questo numero | Abbonati