Alcuni prodotti commerciali usati per le pulizie potrebbero inquinare l’aria all’interno delle nostre case. Da un test pubblicato su Science Advances è emerso che in alcuni casi il livello d’inquinamento è simile a quello di una strada molto trafficata. L’ipotesi è che i monoterpeni, i composti chimici responsabili del profumo dei prodotti, reagiscano con l’ozono producendo particelle inquinanti. Nel lungo periodo gli addetti alle pulizie potrebbero avere problemi all’apparato respiratorio.

Questo articolo è uscito sul numero 1450 di Internazionale, a pagina 97. Compra questo numero | Abbonati