Nel settembre 2021 a Maputo è cominciato il processo per frode e corruzione che riguarda una serie di prestiti contratti segretamente dal governo mozambicano tra il 2013 e il 2014. I fondi dovevano finanziare una nuova flotta di pescherecci, che non si è mai materializzata. Quando la notizia è diventata pubblica, il paese è sprofondato nella crisi economica. Due settimane fa, scrive The Continent, è stato sentito come testimone l’ex presidente Armando Guebuza (2005-2015), il cui figlio Ndambi è uno degli imputati: “Guebuza ha sfruttato l’interrogatorio per puntare il dito contro l’attuale presidente, Filipe Nyusi, che ai tempi era ministro della difesa”.

Questo articolo è uscito sul numero 1450 di Internazionale, a pagina 18. Compra questo numero | Abbonati