Mozambico

Mozambico

Capitale
Maputo
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Metical mozambicano
Superficie
In Mozambico con Gemitaiz, Mace e Manuel Marini

Una vacanza in Mozambico si è trasformata in un documentario, e in un incontro tra il rap italiano e la musica africana. Leggi

Il Mozambico ha lasciato una città in mano agli estremisti islamici

Lo scorso marzo dei ribelli hanno attaccato la città strategica di Palma. Il video del New York Times ricostruisce come l’esercito mozambicano ha pensato solo a proteggere lo stabilimento della multinazionale francese Total e non i civili. Leggi

pubblicità
In Mozambico i ribelli sfidano lo stato, i mercenari e la Total

La città di Palma, ai confini con la Tanzania, è stata attaccata da centinaia di ribelli armati. Finora la risposta di Maputo è stata assoldare mercenari, senza affrontare le ragioni della presenza jihadista. Leggi

Il Mozambico si affida ai mercenari nella lotta contro i jihadisti

Le forze di sicurezza governative non sono riuscite a fermare gli attacchi dei miliziani di Al Shabab. Così Maputo ha assoldato dei militari privati, che a loro volta hanno ucciso indiscriminatamente dei civili. Leggi

Il jihadismo si espande in Africa, dove lo stato è assente

La maggior parte delle vittime del terrorismo globale sono africane, non europee: i gruppi jihadisti controllano i territori abbandonati dalle istituzioni. E la risposta militare si dimostra sempre più inefficace. Leggi

pubblicità
Nel nord del Mozambico si moltiplicano le azioni dei jihadisti

Dal 2017 la provincia di Cabo Delgado è travolta da violenze di stampo islamista. Le uccisioni mettono a repentaglio il più importante progetto di gas dell’Africa. Leggi

Intanto nel mondo

Respinto il piano statunitense per il Venezuela, approvata la riforma agraria in Ucraina, scomparso un giornalista pachistano in Svezia, migliaia di persone in fuga dal nord del Mozambico. Leggi

Elezioni cruciali per la pace in Mozambico

La campagna elettorale per il voto del 15 ottobre si è svolta sullo sfondo di due conflitti: uno vecchio e l’altro relativamente nuovo. Leggi

I cicloni sono sempre più violenti

Alcuni rapporti pubblicati in passato prevedevano tempeste più intense a causa dell’aumento delle temperature. Leggi

Il Mozambico dopo il ciclone

A due settimane dal passaggio del ciclone Idai i morti accertati sono centinaia. Ora servono aiuti per ricostruire e una politica che eviti nuovi disastri. Leggi

pubblicità
La soia alla conquista del mondo

È il mangime più usato negli allevamenti e sta rivoluzionando il business alimentare globale. Il documentario Soyalism di Enrico Parenti e Stefano Liberti. Leggi

The victory of Mozambican farmers against the soya empire

In 2011 Mozambique launched Africa’s largest agro-industrial development plan. Local farmers put up a great mobilisation, which proved very successful. Leggi

La vittoria dei contadini del Mozambico contro l’impero della soia

Nel 2011 il paese africano ha lanciato un piano agroindustriale per convertire milioni di ettari di terra in monocolture da esportazione. I contadini si sono mobilitati contro il progetto. E hanno vinto. Leggi

La tregua militare in Mozambico è stata estesa di due mesi.
La tregua militare in Mozambico è stata estesa di due mesi. Il leader del partito di opposizione Renamo Afonso Dhlakama ha prolungato la tregua del conflitto che vede contrapposti il suo partito e le truppe governative nel centro del paese, annunciando una ripresa formale delle negoziazioni con il governo del presidente Felipe Nyusi per il 6 marzo. Un accordo a lungo termine rafforzerebbe Nyusi al congresso del partito di governo Frelimo previsto per settembre. I due partiti, rivali nella guerra civile durata dal 1976 al 1992, si sono scontrati sporadicamente dopo la vittoria di Frelimo alle elezioni del 2014.
Sette vittime in Mozambico a causa del passaggio del ciclone Dineo.
Sette vittime in Mozambico a causa del passaggio del ciclone Dineo. La tempesta tropicale ha colpito la costa del Mozambico mercoledì 15 febbraio, in particolare la provincia di Inhambane, nel sud del paese, dove vivono circa 130mila persone. Colpita in modo meno violento l’area vicina al confine con il Sudafrica, dove tuttavia si temono inondazioni.
pubblicità
In Mozambico la tregua è stata prolungata di due mesi.
In Mozambico la tregua è stata prolungata di due mesi. Il portavoce del gruppo Resistenza nazionale mozambicana (Renamo) Afonso Dhlakama ha annunciato che il cessate il fuoco entrato in vigore il 27 dicembre sarà prolungato di due mesi. Il principale partito di opposizione, già attivo nella guerra civile mozambicana (1976-1992) ha ripreso le armi contro il governo nel 2003.
Almeno 56 morti nell’esplosione di un’autocisterna in Mozambico.
Almeno 56 morti nell’esplosione di un’autocisterna in Mozambico. I feriti sono 108. I motivi dell’esplosione, avvenuta il 18 novembre nella provincia di Tete, vicino al confine con il Malawi, non sono ancora chiari. Il Mozambico è uno dei paesi più poveri del mondo e almeno metà della popolazione vive sotto la soglia di povertà. Il governo ha proclamato tre giorni di lutto nazionale.
Il parco del Mozambico minacciato dalla guerra civile

Il Parco nazionale di Gorongosa, in Mozambico, ospita 72mila animali protetti da 150 ranger. Oggi il suo ecosistema è minacciato dalla ripresa dei combattimenti tra esercito e ribelli, oltre che dalla siccità e dal bracconaggio. Il video dell’Afp. Leggi

Gli uccelli selvatici aiutano i raccoglitori di miele del Mozambico
Gli uccelli selvatici aiutano i raccoglitori di miele del Mozambico. Secondo uno studio pubblicato su Science, gli indicatori golanera (indicator indicator) riconoscono il richiamo dei cacciatori yao e volano davanti a loro guidandoli agli alveari. Si tratta di una forma di comunicazione tra esseri umani e animali selvatici non comune. Gli uccelli rispondono in modo collaborativo a un richiamo specifico tramandato tra gli yao e, dopo che i cacciatori hanno aperto l’alveare e preso il miele, si nutrono della cera.
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.