Un attivista ucciso durante una protesta in Paraguay.

04 aprile 2017 11:59

Un attivista ucciso durante una protesta in Paraguay. Rodrigo Quintana, attivista di 25 anni, è stato ucciso durante un fine settimana di violenze ad Asunción, capitale del Paraguay. Venerdì 31 marzo si è svolta una votazione segreta in senato, per cambiare la costituzione e permettere al presidente Horacio Cartes di ricandidarsi per la terza volta, alle presidenziali del 2018. Una folla di manifestanti ha quindi dato l’assalto al palazzo del congresso, a cui è stato anche appiccato il fuoco. Quintana è rimasto ucciso, colpito alla testa da un proiettile di gomma, durante l’irruzione della polizia nel quartier generale del partito liberale, che si oppone al presidente Cartes.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Un viaggio sotto sorveglianza in Sichuan
Gabriele Battaglia
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.