• 12 Gen 2017 10.50

Il governo dell’Uganda cede la terra dei contadini alle imprese straniere

12 gennaio 2017 10:50

“Ho diritto di possedere questa terra, perché da quando ho memoria ho sempre vissuto qui”. I diecimila abitanti della riserva di Bukalena, in Uganda, rischiano di perdere la terra che hanno coltivato per decenni a causa degli investitori stranieri.

Il governo ugandese, per incoraggiare lo sviluppo e l’uso delle sue foreste, ha dato in locazione ottomila ettari di terreno all’azienda norvegese Green resources, che sta riforestando l’area per produrre legna da esportare. In seguito molti residenti della zona sono stati costretti ad abbandonare le loro case.

In Africa cinquanta milioni di ettari di terra sono stati concessi in affitto a imprese e organizzazioni straniere. Il 90 per cento della popolazione rurale non può vantare un diritto di proprietà sulla terra che possiede. Il video della Thomson Reuters Foundation.

Guarda il video integrale Green: at what price?.

pubblicità

Da non perdere

Come cambia l’America. La nuova copertina di Internazionale
Un antidoto al veleno della post-verità
Migliaia di donne in piazza contro Trump

In primo piano