Un bambino raccoglie monete e altri oggetti tra le macerie, a Tacloban, il 10 novembre. (Erik De Castro, Reuters/Contrasto)
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.