“Il 25 settembre a Iquique, una città nel nord del Cile, almeno cinquemila persone hanno protestato gridando slogan xenofobi contro la presenza dei migranti venzuelani e incendiando tende, materassi e oggetti personali”, scrive La Tercera. Pochi giorni prima la polizia aveva sgomberato un accampamento dove vivevano centinaia di persone. Secondo le Nazioni Unite, nel mondo ci sono 5,7 milioni di migranti e rifugiati venezuelani.

Questo articolo è uscito sul numero 1429 di Internazionale, a pagina 33. Compra questo numero | Abbonati