Denis Doyle, Getty Images

Il governo del premier Boris Johnson ( nella foto ) traballa. Il 5 luglio si sono dimesse due figure di primo piano del Partito conservatore: il ministro dell’economia Rishi Sunak e quello della salute Sajid Javid, accusando Johnson di non lavorare nell’interesse dei britannici. Il giorno dopo ci sono state nuove e numerose dimissioni. Secondo la Bbc i motivi di quest’ultima crisi, che potrebbe segnare il tramonto di Johnson, sono evidenti: “I deputati e i ministri tory si sono semplicemente stufati di farsi raccontare bugie dal premier e di passare per fessi quando sono invitati in tv o alla radio”.

Questo articolo è uscito sul numero 1468 di Internazionale, a pagina 20. Compra questo numero | Abbonati