08 aprile 2020 12:33

Stati Uniti
Il 7 aprile si sono svolte le primarie democratiche nel Wisconsin, ma per conoscere il nome del vincitore tra Joe Biden e Bernie Sanders bisognerà aspettare una settimana. Si è votato nonostante le misure di confinamento della popolazione introdotte nello stato due settimane fa, a causa dell’emergenza coronavirus. I democratici avevano chiesto di rinviare il voto al 9 giugno, ma i repubblicani hanno presentato un ricorso che è stato accolto dalla corte suprema del Wisconsin. Insieme alle primarie democratiche erano previste anche delle elezioni locali cruciali per gli equilibri politici nello stato.

Ecuador
Il 7 aprile l’ex presidente socialista Rafael Correa, al potere dal 2007 al 2017, è stato condannato in primo grado a otto anni di prigione per corruzione. Altre diciassette persone, tra cui l’ex vicepresidente Jorge Glas, sono state condannate alla stessa pena. Correa e i suoi collaboratori sono accusati di aver ricevuto denaro da alcune aziende in cambio di contratti d’appalto. L’ex presidente, che oggi vive in Belgio, denuncia una persecuzione politica.

Afghanistan
I ribelli taliban hanno annunciato il 7 aprile di aver abbandonato i negoziati con il governo in corso a Kabul per uno scambio di prigionieri. Suhail Shaheen, portavoce dei taliban, ha accusato il governo di ostacolare la trattativa con mille pretesti. L’8 aprile Kabul ha comunque annunciato la liberazione di cento prigionieri taliban. La liberazione di cinquemila taliban in cambio di mille membri delle forze di sicurezza afgane è uno dei punti chiave dello storico accordo tra gli Stati Uniti e i ribelli firmato il 29 febbraio a Doha, in Qatar.

Iraq
Il 7 aprile il segretario di stato americano Mike Pompeo ha annunciato che a metà giugno è previsto un dialogo strategico tra Washington e Baghdad per discutere della presenza statunitense in Iraq, contestata dal parlamento iracheno. I rapporti tra i due paesi sono tesi da quando, in risposta a una serie di attacchi contro gli interessi statunitensi in Iraq, attribuiti da Washington alle milizie irachene alleate di Teheran, l’esercito statunitense ha ucciso a Baghdad il generale iraniano Qassem Soleimani.

Mozambico
Il gruppo jihadista che da più di due anni semina il terrore nel nord del paese ha condotto una serie di attacchi in otto villaggi della provincia di Cabo Delgado tra il 6 e il 7 aprile. I jihadisti hanno brevemente occupato i villaggi, distruggendo edifici pubblici e infrastrutture prima di ritirarsi. Dall’ottobre 2017, quando è cominciata l’offensiva jihadista, almeno novecento persone sono morte e 150mila sono state costrette a lasciare le loro case.

Perù
Il 6 aprile la Corte interamericana dei diritti umani ha attribuito allo stato peruviano la responsabilità degli atti di tortura subiti nel 2008 da una donna transgender, Azul Rojas Marín. La donna, che all’epoca non aveva ancora cambiato sesso, era stata arrestata in modo arbitrario da alcuni agenti, che l’avevano spogliata, picchiata e stuprata con un manganello.

Uganda
Un nuovo sciame di locuste, arrivato da pochi giorni, sta distruggendo le coltivazioni nelle regioni nordorientali e orientali del paese, mettendo a rischio la raccolta di giugno. Lo sciame, composto principalmente da esemplari giovani, ha un’estensione di circa cinque chilometri quadrati.