Attualità

Intanto nel mondo

Il maestro elementare Pedro Castillo in testa alle presidenziali in Perù, il Giappone rilascerà in mare l’acqua contaminata di Fukushima, 34 migranti muoiono in un naufragio al largo di Gibuti. Leggi

Intanto nel mondo

Il conservatore Guillermo Lasso vince le presidenziali in Ecuador, attacco all’impianto elettrico di una centrale nucleare in Iran, scontri con la polizia dopo l’uccisione di un afroamericano a Minneapolis. Leggi

pubblicità
Intanto nel mondo

Gli sviluppi del processo Floyd negli Stati Uniti, poliziotti feriti negli scontri tra unionisti e repubblicani in Irlanda del Nord, manifestazione in Kirghizistan dopo l’omicidio di una donna rapita per un matrimonio forzato. Leggi

Intanto nel mondo

Trentadue ex militari condannati all’ergastolo in Turchia, gli Stati Uniti annunciano la ripresa degli aiuti ai palestinesi, la sinistra ambientalista vince le elezioni in Groenlandia. Leggi

Intanto nel mondo

Cominciano a Vienna i negoziati per salvare l’accordo sul programma nucleare iraniano, il premier uscente Benjamin Netanyahu incaricato di formare un governo in Israele, l’Arkansas vieta i trattamenti per i transgender minorenni. Leggi

pubblicità
Intanto nel mondo

Almeno 40 morti negli scontri tribali nell’ovest del Sudan, arrestati dieci ammiragli in pensione in Turchia, la Corea del Nord non parteciperà alle Olimpiadi di Tokyo. Leggi

Intanto nel mondo

Almeno 41 morti nel deragliamento di un treno a Taiwan, Aung San Suu Kyi incriminata per violazione del segreto di stato in Birmania, il premier olandese Mark Rutte si salva da una mozione di sfiducia. Leggi

Intanto nel mondo

Il presidente statunitense Joe Biden annuncia un grande piano di investimenti nelle infrastrutture, l’oppositore russo Aleksej Navalnyj comincia uno sciopero della fame, sventato un colpo di stato militare in Niger. Leggi

Intanto nel mondo

I capi delle forze armate brasiliane si dimettono, l’esercito francese sotto accusa per la morte di 19 civili in Mali, accelera la distruzione della foresta tropicale nel mondo. Leggi

Intanto nel mondo

Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro effettua un rimpasto di governo, gli Stati Uniti sospendono l’accordo commerciale con la Birmania, condanne in Francia per il farmaco antifame Mediator. Leggi

pubblicità
Intanto nel mondo

Attentato suicida contro la cattedrale di Makassar in Indonesia, rimossi due ministri al centro delle polemiche in Australia, decine di civili morti in un’offensiva jihadista nel nordest del Mozambico. Leggi

Intanto nel mondo

Un’università statunitense pagherà più di un miliardo di dollari di risarcimenti per gli abusi commessi da un ginecologo, i risultati finali delle elezioni in Israele, l’elefante africano di foresta è in pericolo critico. Leggi

Intanto nel mondo

La Corea del Nord lancia due missili balistici nel mar del Giappone, la Virginia diventa il ventitreesimo stato statunitense ad abolire la pena di morte, attacchi dei ribelli nell’est della Repubblica Democratica del Congo. Leggi

Intanto nel mondo

Il premier Benjamin Netanyahu in testa nelle elezioni in Israele ma senza maggioranza assoluta, almeno 15 rohingya morti nell’incendio di un campo in Bangladesh, rieletto in Congo il presidente Denis Sassou Nguesso. Leggi

Intanto nel mondo

Gli attacchi jihadisti causano 137 morti in Niger, gli israeliani alle urne per la quarta volta in meno di due anni, sanzioni europee e statunitensi contro la Cina e la Birmania. Leggi

pubblicità
Intanto nel mondo

Crollo della lira in Turchia dopo il licenziamento del governatore della banca centrale, morto il principale candidato d’opposizione alle presidenziali in Congo, gravi alluvioni nello stato australiano del New South Wales. Leggi

Intanto nel mondo

Il parlamento spagnolo approva in via definitiva la legalizzazione dell’eutanasia, rapporto sugli abusi sessuali nella diocesi di Colonia in Germania, violenze in Messico e nella Repubblica Democratica del Congo. Leggi

Intanto nel mondo

Il partito del premier Mark Rutte vince le elezioni legislative nei Paesi Bassi, un procuratore turco chiede l’interdizione del partito filocurdo Hdp, morto il presidente tanzaniano John Magufuli. Leggi

Intanto nel mondo

Uber riconosce i suoi autisti nel Regno Unito come lavoratori dipendenti, un tribunale giapponese boccia il mancato riconoscimento dei matrimoni omosessuali, 58 morti in due attacchi jihadisti in Niger. Leggi

Intanto nel mondo

Bruxelles avvia una procedura legale contro Londra per i controlli doganali in Irlanda del Nord, Pablo Iglesias lascia il governo spagnolo per candidarsi a Madrid, manifestazioni in Bolivia contro l’arresto di Jeanine Añez. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.