L’attentato a Bangkok

La polizia tailandese ha confermato di avere arrestato l’attentatore di Bangkok.
La polizia tailandese ha confermato di avere arrestato l’attentatore di Bangkok. Si chiama Adem Karadag ed era stato il primo sospettato a essere fermato dalle forze dell’ordine, nell’ambito delle indagini sull’esplosione al santuario di Erawan del 17 agosto in cui morirono venti persone.
La polizia tailandese ha confermato di avere arrestato l’attentatore di Bangkok

La polizia tailandese ha identificato il responsabile dell’attentato del 17 agosto a Bangkok. Si chiama Adem Karadag ed era stato il primo sospettato a essere fermato dalle forze dell’ordine alla fine del mese scorso, nell’ambito delle indagini sull’esplosione al santuario di Erawan in cui morirono venti persone.

Il portavoce della polizia Prawut Thavornsiri ha confermato che Adem, che dovrà fronteggiare otto capi di imputazione tra cui omicidio premeditato, era l’uomo in maglietta gialla ripreso dalle telecamere di sicurezza sul luogo della strage.

pubblicità
Cerimonia per le vittime
Un arresto per l’attentato a Bangkok in Thailandia
Un arresto per l’attentato a Bangkok in Thailandia. Nell’appartamento dell’uomo fermato, uno straniero di cui non è stata confermata la provenienza, la polizia ha trovato dieci passaporti diversi e materiale per assemblare bombe. Non si tratterebbe del sospettato principale ma gli inquirenti l’hanno collegato all’esplosione che il 17 agosto ha ucciso venti persone.
Arrestato il presunto attentatore di Bangkok in Thailandia.
Arrestato il presunto attentatore di Bangkok in Thailandia. L’uomo fermato, di nazionalità turca, assomiglia a quello ripreso dalle telecamere di sicurezza al santuario di Erawan, dove il 17 agosto un’esplosione ha ucciso venti persone. Nel suo appartamento è stato anche trovato del materiale utilizzabile per fabbricare bombe.
pubblicità
Preghiera per Bangkok
L’attentato di Bangkok non è opera del terrorismo internazionale.
L’attentato di Bangkok non è opera del terrorismo internazionale. Le autorità tailandesi hanno rettificato quanto diffuso ieri, dichiarando poco probabile che una rete internazionale sia responsabile della bomba che ha ucciso 22 persone il 17 agosto. Questo, nonostante abbiano chiesto l’aiuto dell’Interpol per trovare l’unico sospettato di cui hanno l’identikit. Secondo la polizia, l’attentato è stato pianificato a lungo ed eseguito da dieci persone.
Altre due persone sospettate dell’attentato a Bangkok
Altre due persone sospettate dell’attentato a Bangkok. Sono state riprese dalle telecamere di sicurezza. La polizia ha diffuso l’identikit del primo presunto responsabile, un ragazzo ripreso dalle videocamere di sorveglianza mentre lascia lo zaino nel punto in cui poco dopo è scoppiato l’ordigno che ha ucciso 22 persone il 17 agosto.
Un video mostra il presunto attentatore di Bangkok.
Un video mostra il presunto attentatore di Bangkok. Un filmato ripreso dalle videocamere di sicurezza mostra un uomo che lascia uno zaino di fronte al tempio tailandese dove ieri in un attacco sono morte almeno 22 persone.
pubblicità
A che punto sono le indagini sull’attentato a Bangkok

Le autorità tailandesi hanno pubblicato delle immagini che mostrano la persona che avrebbe messo la bomba scoppiata ieri vicino al tempio di Erawan, a Bangkok. L’attacco ha causato 22 morti e 123 feriti. Ecco cosa sappiamo finora della vicenda. Leggi

Una granata è esplosa a Bangkok, dopo l’attentato di ieri.
Una granata è esplosa a Bangkok, dopo l’attentato di ieri. Un ordigno è stato lanciato intorno alle 13.20 (8.20 in Italia) sul molo Sathorn, frequentato dai pendolari. È caduto in acqua senza fare vittime né danni. Nella capitale tailandese ieri sono morte 22 persone e 123 sono rimaste ferite, nell’esplosione di una bomba davanti al tempio indù di Erawan, all’incrocio Ratchaprasong, luoghi molto visitati del centro. L’attacco non è stato rivendicato. Secondo le autorità non rientra nelle modalità dei gruppi ribelli del sud del paese. La polizia indaga su un sospettato ripreso dalle videocamere del santuario.
Un sospettato per l’attentato di ieri nel centro di Bangkok.
Un sospettato per l’attentato di ieri nel centro di Bangkok. Sono morte 22 persone e decine sono rimaste ferite, per l’esplosione di una bomba davanti al tempio indù di Erawan, all’incrocio Ratchaprasong, luoghi molto visitati nel centro della capitale tailandese. L’attacco non è stato rivendicato e secondo le autorità non rientra nelle modalità dei gruppi ribelli del sud del paese. La polizia sta indagando su un sospettato ripreso dalle telecamere di sorveglianza del santuario. Il primo ministro Prayuth Chan ocha ha detto che si è trattato del peggior attentato nella storia del paese.
Il giorno dopo a Bangkok
Una bomba è esplosa nel centro di Bangkok.
Una bomba è esplosa nel centro di Bangkok. Ci sono almeno 19 morti e 123 feriti. Tra le vittime dieci tailandesi, un cittadino cinese e un filippino. Secondo la polizia, l’esplosione sarebbe avvenuta dentro un centro commerciale nel quartiere di Ratchaprasong, frequentato da molti turisti, vicino al tempio indù di Erawan. L’esplosione è avvenuta intorno alle 19 locali (le 14 italiane). La polizia ha trovato un altro ordigno non esploso. L’attacco non è stato rivendicato.
pubblicità
Dopo l’attentato a Bangkok

Una bomba è esplosa nel centro di Bangkok. Ci sono almeno 16 morti e 81 feriti. Tra le vittime ci sono un cittadino cinese e uno filippino. L’esplosione sarebbe avvenuta nel quartiere di Ratchaprasong, frequentato da molti turisti, vicino al tempio indù di Erawan.  Leggi

Il video dell’esplosione a Bangkok

Ci sono almeno 12 morti e una ventina di feriti. L’esplosione sarebbe avvenuta nella zona commerciale Ratchaprasong nel centro della capitale tailandese, vicino al santuario di Erawan. Il video dell’esplosione. Leggi

Cosa sappiamo finora dell’esplosione a Bangkok

È esplosa una bomba all’esterno del tempio indù di Erawan nel centro di Bangkok, ci sono almeno 12 morti e una ventina di feriti. Cosa sappiamo finora in cinque punti.   Leggi

Il primo video dell’esplosione a Bangkok

Le telecamere a circuito chiuso hanno registrato il video dell’esplosione a Bangkok, avvenuta vicino a un centro commerciale. Nell’esplosione sono morte almeno 12 persone.

Correzione, 17 agosto. Nella versione originale dell’articolo c’era scritto “La tv pubblica cinese ha diffuso” invece che “Le telecamere a circuito chiuso hanno registrato”.

Le prime foto dell’esplosione a Bangkok, in Thailandia

L’esplosione è avvenuta vicino al santuario di Erawan, nel quartiere di Chidlom, nel centro della capitale tailandese. Secondo i testimoni, ci sono almeno 12 morti e una ventina di feriti. Non è chiara la causa dell’esplosione. I tweet dei corrispondenti sul posto.

pubblicità