“La crisi causata dalla pandemia di covid-19 ha aggravato i problemi energetici dell’Africa, che era già il continente con il più basso accesso all’energia elettrica”, scrive Le Monde. Negli ultimi due anni l’emergenza sanitaria ha rallentato gli investimenti, e il numero di africani senza elettricità nel 2021 è aumentato del 4 per cento rispetto al 2019. “La mancanza di connessione a internet complica la vita di circa seicento milioni di africani, principalmente nei paesi subsahariani (in particolare nella Repubblica Democratica del Congo, in Etiopia, Nigeria, Tanzania e Uganda). Si tratta di quasi la metà della popolazione del continente”.

Questo articolo è uscito sul numero 1466 di Internazionale, a pagina 108. Compra questo numero | Abbonati