Eranga Jayawardena, Ap/Lapresse

“Il piano di salvataggio da 2,9 miliardi di dollari del Fondo monetario internazionale, approvato in via provvisoria il 31 agosto, potrebbe essere la chiave di volta nella peggiore crisi economica attraversata dallo Sri Lanka”, scrive la Reuters. “Ma la situazione politica molto instabile e la necessità di ottenere da Cina, India e Giappone un taglio del debito potrebbe significare che la parte più difficile deve ancora arrivare”. Nel frattempo l’ex presidente Gotabaya Rajapaksa ( nella foto ), scappato a luglio in seguito alle proteste di piazza, è tornato il 2 settembre. È accusato di malgoverno e cattiva gestione dell’economia, e di aver lasciato quasi sei milioni di persone in una grave crisi alimentare.

Questo articolo è uscito sul numero 1477 di Internazionale, a pagina 24. Compra questo numero | Abbonati