Il 19 settembre la Commissione internazionale di esperti in diritti umani sull’Etiopia ha pubblicato un rapporto in cui afferma che “esistono motivi fondati per credere che dal 3 novembre 2020 le fazioni in guerra in Etiopia abbiano commesso violazioni dei diritti umani che potrebbero essere considerate crimini di guerra e contro l’umanità”, scrive Addis Standard. Il 20 settembre il Fronte popolare di liberazione del Tigrai ha dato notizia di un’offensiva su ampia scala delle truppe eritree nella loro regione. Secondo la Bbc, Asmara nei giorni precedenti aveva cominciato a richiamare i riservisti dell’esercito.

Questo articolo è uscito sul numero 1479 di Internazionale, a pagina 24. Compra questo numero | Abbonati