Foto di Hani Alshaer, Anadolu Agency/Getty

Di fronte all’aumento dei prezzi delle case e alla diminuzione delle vendite immobiliari, il governo saudita ha approvato un progetto di legge che permetterà agli stranieri di accedere alla proprietà privata, scrive L’Orient-Le Jour. Gli investitori internazionali potranno comprare case e beni immobili commerciali e agricoli, compresi gli alberghi, in tutto il regno, anche nelle città sante della Mecca ( nella foto ) e Medina. Per il quotidiano libanese si tratta di “una piccola rivoluzione, dato che finora la proprietà fondiaria era riservata ai sauditi” e il progetto “s’inserisce in un contesto di crescente concorrenza economica tra i paesi del Golfo”. Bloomberg riferisce invece di “un’offensiva per attirare professionisti stranieri del settore bancario e finanziario”. In Arabia Saudita, infatti, “possono guadagnare circa il 20 per cento in più rispetto ai loro colleghi in occidente” .

Internazionale pubblica ogni settimana una pagina di lettere. Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi di questo articolo. Scrivici a: posta@internazionale.it

Questo articolo è uscito sul numero 1513 di Internazionale, a pagina 101. Compra questo numero | Abbonati