12 dicembre 2014 11:33

Con Natale che ha riportato in auge Frozen, mia figlia ha ripreso a cantare la canzone di Elsa tutto il giorno: ne usciremo mai? –Gaia

Qualcuno ti risponderà che basta aspettare l’adolescenza, ma tu non fidarti: a ventisette anni mia sorella canta ancora le canzoni di Aladdin e La bella e la bestia, e questo perché nessuno l’ha mai aiutata a uscire dal tunnel.

Allora, prima di tutto devi sbarazzarti della versione italiana, perché il titolo turandottiano All’alba sorgerò e l’interpretazione da donna consumata di Serena Autieri non fanno che drammatizzare la situazione. Quando tua figlia si sarà abituata alla versione originale cantata dalla stella di Broad­way Idina Menzel, passa al remix dance prodotto dal dj Dave Audé.

Sostituire la ballata strappalacrime con otto minuti di ritmo sincopato aiuterà tutta la famiglia ad allentare la tensione. Infine, quando i tempi saranno maturi, fai ascoltare a tua figlia Defying gravity: è il tema principale di Wicked, il musical in cui Idina Menzel interpreta la malvagia Strega dell’ovest in Il mago di Oz rivisitata come un’eroina solitaria e incompresa. È la canzone a cui si sono ispirati gli autori di Frozen, e infatti i due personaggi di Menzel si somigliano molto.

A casa nostra il passaggio ha funzionato alla perfezione: ormai la musica di Frozen è stata completamente abbandonata in favore del musical Wicked. Ora però dobbiamo escogitare un modo per uscire da quest’altro tunnel.

Questo articolo è stato pubblicato il 12 dicembre 2014 a pagina 14 di Internazionale, con il titolo “Streghe incomprese”. Compra questo numero | Abbonati