Sommario

123 (29 marzo 1996)

Comunicare i diritti umani

In che modo le organizzazioni umanitarie cercano di sensibilizzare l’opinione pubblica mondiale? E con quali risultati?

123 (29 marzo 1996)

Americhe

Bogotà, 2.400 metri sopra il livello di paranoia

La capitale colombiana è sempre più violenta. Gli abitanti sono prigionieri della guerriglia e dei narcos.

In copertina

Spiegare la libertà

Aumentano le informazioni e la rapidità con cui circolano. Ma è sempre più debole la reazione dell’opinione pubblica. Qual è il futuro della lotta per i diritti umani?

pubblicità

Bosnia Erzegovina

Come l’Onu abbandonò Srebrenica

La pace non cancella la caduta della città e gli orrori che seguirono. E soprattutto la complicità delle Nazioni Uniti e dei caschi blu olandesi. Un’inchiesta dell’Observer.

Mali

La guerra dei tuareg

Nel Nord del paese le popolazioni nomadi avevano scelto la rivolta. Ma adesso la pace è tornata. E si pensa al futuro.

Filippine

Filippine, promesse da mantenere

Dieci anni fa la rivoluzione che portò alla caduta di Marcos fu un esempio per altri paesi asiatici. Ma la battaglia per il rilancio economico è ancora tutta da fare.

pubblicità

Mali

Mali: una rivoluzione democratica

Cinque anni fa il regime militare veniva rovesciato. Oggi la democrazia gode di un’ottima salute. La storia di un’associazione che ha partecipato al cambiamento.

Europa

Una sovranità da conquistare a suon di dollari

La Bulgaria deve scegliere: aprirsi alla Nato o mantenere i vantaggiosi accordi con Mosca.

Economia

Frodi senza frontiere

Piccoli e grandi truffatori si appropriano indebitamente dei miliardi dell’Unione europea. Spesso senza correre alcun rischio.

Tecnologia

Il futuro dei chip

I microchip sono ovunque: nei computer e nelle lavatrici. Uno dei mercati più grandi e delicati del mondo sta per attraversare un periodo di rischiosi cambiamenti.

Francia

La Parigi di Robert Doisneau

Dal 22 marzo al 21 aprile 1996 la Galleria del Credito Valtellinese, a Milano, ospita una mostra antologica dedicata a Robert Doisneau, la prima in Italia dopo la morte del grande fotografo francese scomparso due anni fa.

pubblicità

Cultura

Stasera suoniamo il flamenco

Il flamenco lascia le piccole sale per pochi intimi e raggiunge il grande pubblico, soprattutto i giovani. Ma secondo alcuni tradisce le sue radici.

Cultura

Quando le parole uccidono

Una casa editrice americana è sotto processo per istigazione all’omicidio. La sentenza farà discutere.

Russia

Zjuganov il pragmatico

Bisogna temere la vittoria del leader comunista alle elezioni di giugno? Zjuganov non è un rivoluzionario, ma un politico concreto. E con poco margine di manovra.

L'ultima

Non sono un giornalista: sono un cane rabbioso

Robert Fisk.

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.