Sommario

131 (24 maggio 1996)

Lontano da Hollywood

Dal Brasile alla Nuova Zelanda viaggio nel cinema di tutto il mondo.

131 (24 maggio 1996)

Algeria

L’invisibile guerra d’Algeria

Cinque anni di scontri tra esercito e integralisti. Cinquantamila vittime. La barbarie ha colpito anche le donne, i giornalisti, gli stranieri. E non fa più notizia.

Economia

Prima di tutto gli affari

Il libero commercio favorisce lo sviluppo della democrazia. Con questa tesi gli Stati Uniti hanno finora affrontato la Cina. Ma qualcosa non ha funzionato

pubblicità

Comunicazione

Il reporter che fa scandalo

Come lavorano i giornalisti della stampa popolare, impegnati a rincorrere divi e pettegolezzi esclusivi? Il New York Times lo ha chiesto a uno specialista del genere.

In copertina

Lontano da Hollywood

Dal Brasile alla Nuova Zelanda, il cinema non hollywoodiano si sta intanto risvegliando.

liberia

Mondi capovolti

La tragedia liberiana è l’ennesimo caso di profughi e rifugiati abbandonati dalla comunità internazionale. Il commento di Martin Woollacott del Guardian.

pubblicità

Scienza

Il pomodoro galattico

Trasformare le navicelle spaziali in ecosistemi autosufficienti significa avere aria, acqua e cibo. E poter viaggiare per anni. Alcuni scienziati ci stanno provando.

Asia e Pacifico

"La fame da loro è la sicurezza da noi"

Secondo Ha’aretz, la chiusura dei Territori decida da Israele è una punizione collettiva ai palestinesi.

Mali

Viaggio a ritroso

André Lejarre ha seguito un gruppo di immigrati del Mali dal 1981 al 1995. Dalla fredda periferia parigina alle piantagioni di banane di Lanimodi.

Visti dagli altri

Il nuovo governo, Bossi e l’Unione europea

“Prodi dovrà dare la priorità alla ricostruzione del paese”. Senza contare troppo sull’Europa.

Società

Tupperware, barattolo immortale

Le famose scatole di plastica sfidano il tempo. Ritirate dai negozi, hanno sempre più successo. Storia di un’azienda particolare, dove i sindacati non sono previsti.

pubblicità

L'ultima

La leggenda di una mafia di trafficanti di organi

Jean-Yves Nau.

In primo piano

Milosevic e lo show delle dimissioni di Karadzic

Se Belgrado protegge ancora Karadzic, sarà impossible applicare fino in fondo gli accordi di Dayton.

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.