Sommario

142 (9 agosto 1996)

Viaggio

Numero speciale di 64 pagine. Turisti nel Terzo mondo, rasta a Babilonia, clandestini dal Salvador, ribelli in Indonesia, Kapuscinski in Etiopia, nudisti in Spagna, in fuga dal Tibet, vacanze americane, paura di volare, Lodge a Heathrow, immagini iraniane, nella Russia degli Zar, alla periferia di Karachi, albanesi in Kosovo, sulle spiagge delle Figi, nomadi in Mauritania, intorno al mondo sul Concorde.

142 (9 agosto 1996)

Russia

Il palazzo delle arance

A metà Settecento un architetto italiano costruì a Oranienbaum la residenza estiva di un principe russo. Viaggio tra le memorie del passato imperiale.

Mauritania

I Signori dei cani

Una spedizione in Mauritania, in cerca dei nomadi del deserto. Cacciatori di gazzelle, continuano a vivere secondo le antiche tradizioni.

pubblicità

Stati Uniti

Oltre il muro del suono

“Toccammo terra. Avevamo girato attorno al pianeta in 31 ore, 27 minuti e 49 secondi. Avevamo battuto il record”. Il mondo visto dal Concorde.

Giamaica

I rasta in esilio a Babilonia

Aspettano il ritorno di Hailé Selassié, che li riporterà in Africa. Intanto si fanno crescere le trecce, fumano marijuana e suonano musica reggae.

Tibet

In fuga sul tetto del mondo

Un padre e la figlia di sette anni scappano dal Tibet occupato dai cinesi. Attraversano l’Himalaya a piedi. E un giornalista li accompagna.

pubblicità

Iran

Passaggio in Iran

Attraverso l’Iran profondo, sulle strade che portano a Esfahan, meta di pellegrinaggio dei musulmani sciiti.

Sudafrica

Gli ospiti indesiderati del Sudafrica

Vengono dal Mozambico, dal Burundi, dal Ghana, e a volte da più lontano ancora. Sono gli immigrati clandestini del centro di deportazione Lindela.

Oceano Pacifico

Oziando al suono dell’ukulele

“Alle Figi riscoprivo la piacevole sensazione di essere parcheggiato in un’area di sosta del mondo”. Alexander Frater torna nelle isole della sua infanzia.

Argentina

Il sogno americano

Quanto costa emigrare clandestinamente dal Salvador agli Stati Uniti? Così tanto che forse non ne vale più la pena. Ma restare non è un’alternativa.

Etiopia

Un uomo in cammino

“Le strade sono deserte. Le voci degli adulti non si sentono: è come se il mondo appartenesse ai bambini”. Ryszard Kapuscinski in Etiopia.

pubblicità

Pakistan

Un esempio da imitare

È partito come un progetto per costruire il sistema fognario. È diventato un modo di concepire lo sviluppo urbano. Ecco Orangi, un quartiere di Karachi.

Serbia

Due Stati nelle strade del Kosovo

In questa regione il novanta per cento della popolazione è albanese. Da anni chiede l’indipendenza. Nell’attesa, ha formato un governo parallelo.

Stati Uniti

Uno squallore sublime

I motel americani vi invitano a essere trasandati. A salire con le scarpe sl letto, a vegetare davanti alla tv, armati di birra e patatine. Che goduria!

Economia

La scoperta dell’America

Hervé Morin.

Viaggi

L’Inferno degli innocenti

I turisti europei tornano a casa dopo aver visitato le propaggini dell’Inferno. Ma stufi del Paradiso, aspettano con ansia la prossima estate.

pubblicità

Francia

Niente paura: si vola

Viaggiare in aereo non è necessariamente una tortura. Una caramella per strapparsi le orecchie, un cuscino per la schiena. E si è pronti a partire.

Gran Bretagna

Il mondo parte da qui

Allo stesso tempo prestigioso e squallido, seducente e ripugnante, crocevia culturale e formicaio umano. L’aeroporto di Heathrow visto da David Lodge.

Indonesia

Lontano da Jakarta

La rabbia cresce nella periferia orientale dell’Indonesia. Gli abitanti di Irian Jaya si sentono discriminati . E qualcuno parla di indipendenza.

Spagna

Senza peccato originale

Qui il novizio deve abbandonare ogni pregiudizio. E lanciarsi all’avventura. Passare una vacanza come mamma l’ha fatto, in un hotel naturista.

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.