Sommario

73 (7 aprile 1995)

Ruanda un anno dopo

In collaborazione con Reporters sans frontières e insieme a quarantuno giornali di tutto il mondo Internazionale pubblica integralmente il numero specialedi Kinyamateka.

73 (7 aprile 1995)

In copertina

Ruanda un anno dopo

Kinyamateka è il più antico giornale ruandese. La sua redazione è composta in parti uguali da hutu e tutsi. Internazionale pubblica integralmente il numero di Kinyamateka uscito il 6 aprile e dedicato ai massacri che hanno insanguinato il paese.

Francia

Un paese alla ricerca del padre

Secondo André Fontaine, ex direttore di Le Monde, il prossimo presidente della Repubblica francese sarà un uomo della destra. E come ai tempi di De Gaulle, non ci saranno contrappesi istituzionali al potere centrale. “Chi esercita il potere rischia di abusarne”.

pubblicità

Opinioni

Opinioni a confronto. El Pais e The Gazette.

Giappone

Seconda guerra mondiale, esperimenti su cavie umane

Durante e dopo la guerra il Giappone ha condotto un programma di ricerca sulle armi chimiche. I prigionieri venivano utilizzati come cavie. Tra i progetti: scatenare un’epidemia di peste a San Diego. Gli Stati Uniti hanno coperto gli esperimenti. E comprato i risultati delle ricerche.

Visti dagli altri

Lamberto Dini, il "dittatore" debole

Secondo il corrispondente della Frankfurter Allgemeine, anche con Dini “tutto rimane come prima: scontro politico tra i partiti, incertezza per le sorti del governo, una continua ricerca di soluzioni d’emergenza. Con conseguenze catastrofiche per il paese”.

pubblicità

Russia

L’esercito russo è in crisi

La guerra in Cecenia e le polemiche sul rinvio del servizio militare. È urgente una riforma radicale. “L’esercito russo deve diventare normale. Qual è l’esercito in cui, in tempo di pace, muoiono duemila e cinquecento persone l’anno?”. L’analisi di Novoe Vremja.

Thailandia

L’eroina ha preso il posto dell’oppio

Il governo tailandese è finalmente riuscito a ridurre drasticamente la produzione di oppio. Ma i vecchi coltivatori, privati delle loro dosi quotidiane, hanno trovato un sostituito nell’eroina, importata dalla Birmania. Le foto di Patrick Zachmann.

Stati Uniti

Profumo di successo per il nuovo naso elettronico

A cosa può servire un naso elettronico? Per ora comincia a essere utilizzato nell’industria alimentare. Ma potrebbe avere moltissime altre applicazioni. In medicina, per esempio, o nella registrazione di brevetti di profumi.

Argentina

La memoria dell’elefante

Le rivelazioni dell’ufficiale della marina su come morivano i desaparecidos hanno scandalizzato il paese. “Dimenticare è inutile”, scrive su El Pais lo scrittore uruguaiano Mario Benedetti. L’oblio non esiste: è la memoria la forza dei popoli e della democrazia.

Marocco

L’indispensabile pilastro di re Hassan II

Ministro degli Interni dal 1979, Driss Basri è “il fedelissimo, l’uomo interamente votato al suo sovrano, più realista del re”. E il re arriva in punto di far fallire un governo aperto all’opposizione pur di mantenerlo in carica. Un ritratto dell’inviato di Libération.

pubblicità

Israele

Arriva la manodopera straniera e i palestinesi restano senza lavoro

I Territori occupati sono chiusi. E i palestinesi non possono più andare a lavorare in Israele. Al loro posto sono arrivati 60mila tailandesi, romeni, birmani ed ex jugoslavi. Cosa succederà quando finirà il blocco? Un’inchiesta del quotidiano Ha’aretz.

India

Gli indù sfidano il primo ministro

Il trionfo elettorale degli estremisti indù a Bombay e in altri importanti Stati ha messo in luce la profonda crisi del Partito del Congresso. Troppi anni di governo in troppi posti, affermano i commentatori. Un voto contro l’establishment che minaccia, però, la politica di riforme.

Gran Bretagna

Il trionfo della superdonna nera

La società afrocaraibica sta cambiando. E in particolare stanno cambiando le sue donne: studiano di più e hanno lavori migliori. Mentre gli uomini fanno fatica a seguire il passo, E non sempre reagiscono bene alla perdita dei loro privilegi.

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.