Sommario

74 (14 aprile 1995)

Come cambia Cuba

Insuccessi e speranze della rivoluzione di Castro.

74 (14 aprile 1995)

In copertina

Ma perché Cuba non crolla?

La crisi dell’isola, la necessità di introdurre delle riforme, la particolarità del caso cubano rispetto ad altri paesi comunisti. Il punto di vista di Contrapunto, un giornale vicino alle posizioni di Fidel Castro.

Gran Bretagna

Più di quanto le parole non dicano

“Il linguaggio è in primo luogo una capacità organizzativa, un talento di cui dispone la mente per mettere ordine nel caos lessicale”. Le teorie di un neurolinguista americano sui rapporti tra meccanismo della parola e centri della grammatica e della comprensione.

pubblicità

Visti dagli altri

Una giornata tra i colori di Roma

“Roma è prima di ogni altra cosa una tavolozza di ori e azzurri fragili che cambiano all’infinito, a seconda delle ore”. Da Trinità dei Monti a Campo dei Fiori, il lungo e appassionante apprendistato di una giornalista francese alla scoperta della città.

Opinioni

Opinioni e confronto.

Cina

Ulisse è finalmente arrivato a Pechino

All’età di ottant’anni, Xiao Qian, uno studioso di cultura anglosassone, ha deciso di cimentarsi in una difficile impresa: tradurre l’Ulisse di James Joyce in ideogrammi cinesi. I suoi sforzi sono stati premiati. La prima edizione è andata a ruba e presto ne seguirà un’altra.

pubblicità

Spagna

La congiura dei giusti

Nel 1983 due presunti membri dell’Eta furono sequestrati e torturati a morte. Adesso quell’omicidio è stato attribuito al Gal, l’organizzazione segreta creata dallo Stato per combattere il terrorismo. Un commento di Munoz Molina su immoralità e giustizia.

Europa

Come restare neutrali e diventare europei

I tre nuovi Stati membri dell’Unione europea (Finlandia, Svezia e Austria) sono tradizionalmente neutrali anche se su posizioni leggermente diverse. Che però potrebbero rivelarsi più importanti del previsto. L’analisi del quotidiano finlandese Helsingin Sanomat.

Stati Uniti

Lascia perdere, Jake, è Chinatown

Per anni i poliziotti di New York hanno considerato Chinatown un luogo impenetrabile e incomprensibile. Ora la comunità asiatica, stanca della criminalità, rivendica il diritto alla sicurezza. E il dipartimento di polizia risponde nominando un capitano di origine asiatica.

Francia

La marcia di Chirac verso la presidenza

Secondo Jacques Chirac, dato per favorito nei sondaggi, la distinzione non è più tra destra e sinistra: “La scelta è tra continuità e cambiamento”. Le elezioni presidenziali francesi del 23 aprile viste dal quotidiano britannico The Guardian.

Brasile

Le notti di San Paolo

Francesco Zizola si è avventurato di notte per le strade di San Paolo, ha seguito i reparti speciali di polizia durante perlustrazioni e arresti. E ha ritratto una delle città più violente del mondo. Qui ogni mese vengono assassinate circa seicento persone.

pubblicità

Europa

L’esercito russo custode dei separatisti della Transnistria

La Repubblica autoproclamata di Transnistria vuole mantenere i soldati russi sul suo territorio. Ma l’esercito non può restare per sempre. Questa regione ufficialmente fa parte della Moldavia. Ed è abitata per più del 50 per cento da russi e ucraini.

Bangladesh

Le donne sfidano l’autorità religiosa

Nei paesi islamici i progetti occidentali per lo sviluppo si scontrano spesso con la radicata ideologia del fondamentalismo religioso. Molti si oppongono al fatto, per esempio, che una donna guadagni e lasci le quattro mura domestiche per andare a lavorare.

Emirati Arabi

Le russe hanno invaso Dubai

Dopo il crollo dell’Unione Sovietica molti russi hanno cercato lavoro all’estero. E anche i paesi del Golfo sono stati toccati da questa ondata di emigrazione. A Dubai i nuovi arrivati sono soprattutto donne, appariscenti e strane agli occhi della gente del posto.

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.