Sommario

85 (30 giugno 1995)

La sconfitta della Shell

Greenpeace è riuscita a impedire che la compagnia petrolifera abbandonasse nell’Oceano una piattaforma-deposito. Ma è stata una vera vittoria?

85 (30 giugno 1995)

Ex Jugoslavia

A Cannes ha vinto la mitologia nazionalista serba?

Underground, il film di Emir Kusturica premiato in Francia, continua a scatenere dure polemiche. Nell’attuale mini-Jugoslavia - Serbia e Montenegro - molti oppositori del regime di Milosevic criticano il film per l’estetizzante apologia del nazionalismo grande-serbo.

Polonia

L’aborto nella cattolica Polonia

La legge sull’interruzione di gravidanza ha moltiplicato gli aborti clandestini, che mettono in pericolo la vita delle donne. Alcuni si arricchiscono: i medici con aborti illegali a peso d’oro e le agenzie di viaggi con tariffe ad hoc per chi vuole abortire all’estero.

pubblicità

Egitto

Gli intellettuali sono perseguitati dagli avvocati integralisti

Giornalisti, scrittori e professori sono costretti a difendersi di fronte alla giustizia per aver offeso la legge islamica. Gruppi di avvocati legati agli integralisti li colpiscono attraverso decine di denunce. E tutto dipende dai giudici.

Stati Uniti

Rilassatevi, ragazzi

John Carlin è stato il corrispondente dell’Independent in Sudafrica. Dopo aver scritto per anni dell’apartheid, ora è negli Stati Uniti. “Qui ho la sensazione che sia in atto una guerra fredda tra neri e bianchi, che un’invisibile cortina di diffidenza divida le due razze”.

Opinioni

Opinioni a confronto. Marek Ostrowski.

pubblicità

Visti dagli altri

Mediobanca e il gioco del potere

L’ago della bilancia del sistema economico italiano raccontato da Time attraverso un profilo di Enrico Cuccia.

Economia

Tutti i segreti dell’indice Dow Jones

Dylan Loeb McClain, The New York Times.

Società

Americani a caccia di emozioni

Lisa Miller, The Wall Street Journal.

Messico

L’arte sotterranea dei metrò di New York e Città del Messico

La metropolitana non solo come mezzo di trasporto, ma come galleria d’arte, museo della scienza o spazio culturale. Le esperienze diverse di due capitali, quella statunitense e quella messicana, raccontate dal settimanale Reforma.

hong kong

Dopo il crollo del comunismo ora tocca al capitalismo

Ravi Batra aveva previsto con molti anni di anticipo la dine del comunismo in Unione Sovietica. Ora spiega perché il capitalismo, accecato dall’ideologia del libero mercato, è agli sgoccioli. Secondo il discusso economista indiano il crollo avverrà entro la fine del 1995.

pubblicità

Gran Bretagna

Dopo la sconfitta della Shell

L’ultima vittoria degli ambientalisti rende evidenti le tante contraddizioni che si nascondono dietro al rapporto tra opinione pubblica, gruppi di pressione, grandi industrie e mondo politico. L’analisi dell’Economist, il commento del Guardian, il punto di vista di New Scientist.

Yemen

Gli ebrei yemeniti non vogliono partire

Nella regione a nord di San’a vive una parte della comunità ebraica dello Yemen. Gli anziani fanno gli artigiani, mentre i più giovani proseguono i loro studi all’estero. Ma tutti sono d’accordo nel voler restare nel loro paese e parlano di un’integrazione quasi riuscita.

Russia

La Russia del prossimo secolo secondo Egor Gajdar

Uno dei più importanti leader dei democratici russi traccia le linee di un programma per la politica estera.

India

Nella scuola del guru Hanuman essere deboli è peccato

Stephen Dupont si è avventurato tra i vicoli della Vecchia Delhi alla ricerca di una piccola ma famosa scuola di lotta tenuta da un vecchio guru. Alla Hanuman Wrestling School decine di giovani si allenano per diventare campioni.

Burundi

La pace è assediata dagli estremisti

Dopo i massacri del 1993, la calma è tornata grazie a una spartizione di potere tra i due principali contendenti. Ma la violenza continua, mentre gli estremisti di entrambe le parti, hutu e tutsi, fanno sentire la loro voce. E nessuno sembra volerli veramente fermare.

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.