Sommario

95 (8 settembre 1995)

Parla Marcos

È l’uomo più ricercato del paese. È un astuto politico e un raffinato comunicatore. Il leader della rivolta zapatista racconta al quotidiano La Jornada il futuro del Messico visto dalle foreste del Chiapas.

95 (8 settembre 1995)

Grecia

La Grecia chiude gli occhi sui crimini dei serbi

La stampa, la televisione e la classe dirigente greca fanno di tutto per glorificare la lotta dei fratelli ortodossi seri contro la marea islamica. Tacendo così le atrocità dei miliziani di Karadzic e cantandone le vittorie militari. E chi esce del coro non è gradito.

Cina

La mappa cinese della rivoluzione sessuale

Mentre si svolge la conferenza mondiale sulle donne, organizzata dalle Nazioni Unite a Pechino, Jasper Becker del South China Morning Post analizza il nuovo atteggiamento delle donne cinesi nei confronti del sesso e della maternità.

pubblicità

Europa

Euro Post

Dati, fatti e progetti sul futuro del continente. Numero 1, giugno 1995.

Visti dagli altri

Massimo Cacciari, una filosofia per Venezia

È il sindaco più intellettuale che la Città dei dogi abbia mai avuto. Cerca di arginare la monocultura turistica che sta vampirizzando Venezia. Vuole evitare che la città diventi una sontuosa conchiglia vuota. Due giornalisti di Le Monde sono andati a vedere come lavora.

Società

Il ragazzaccio del rock israeliano

Pierre Haski, Libération.

pubblicità

Messico

Il mondo di Marcos

Il subcomandante dell’Esercito zapatista concede la sua prima intervista dopo sette mesi di clandestinità assoluta. E parla di tutto: dal dialogo tra zapatisti e governo all’economia globale e ai modelli di sviluppo.

Burkina Faso

Con i pellegrini aspettando il miracolo di Assane Dicko

Da qualche tempo tutto il Mali si riversa in Burkina-Faso. La ragione: un guaritore che fa miracoli. Un inviato del giornale Les Echos è andato sul posto per vedere di che si tratta. Nel campo di Assane Dicko la realtà supera le voci più incredibili, mettendo a dura prova la logica umana.

Iraq

Quale futuro dopo Saddam Hussein

Le recenti defezioni nella famiglia del presidente iracheno potrebbero annunciare la fine imminente del suo regime. Chi guiderà il paese? Verrà restaurata la monarchia? Il settimanale Al Majalla delinea cinque possibili scenari di una successione ancora molto incerta.

Irlanda del nord

Un anno di pace, ma la guerra non è ancora finita

A dodici mesi dalla proclamazione del cessate il fuoco, due giornalisti dell’Observer hanno raccolto le testimonianze della gente comune. Alcuni, stanchi di combattere, sperano in una pace definitiva. Ma ci vorranno anni perché il dolore venga cancellato.

Opinioni

La Nato ha colpito i serbi di Bosnia. Ma è davvero un paese verso la pace o è un’operazione per salvare l’onore degli occidentali? Opinione di Zlatko Dizdarevic.

pubblicità

Stati Uniti

L’itinerario di un giornalista fortunato

Dopo aver diretto la rivista britannica Granta, l’americano Bill Buford prende in mano la fiction al New Yorker. Lo scopritore di Salman Rushdie e di Martin Amis ha sempre gli stessi obiettivi: mescolare letteratura e reportage.

Sudafrica

Quel che resta dell’apartheid

Durante l’apartheid i neri che non vivevano negli homeland dovevano andare as abitare in ostelli esclusivamente maschili o femminili. Oggi, più di un milione di sudafricano vivono ancora così. Le foto di Carolina Salguero.

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.