Sommario

97 (22 settembre 1995)

Radio Days

L’America di oggi attraverso i talk-show radiofonici.

97 (22 settembre 1995)

hong kong

È cominciato il conto alla rovescia

Il 1° luglio del 1997 Hong Kong tornerà sotto la sovranità cinese. Pechino assumerà anche il controllo delle basi militari britanniche. Come cambierà l’equilibrio strategico della regione? L’influenza dell’ex colonia riuscirà a rendere la Cina una potenza più affidabile?

Opinioni

Opinioni a confronti. Jürgen Habermas, Süddeutsche Zeitung e Hans Maier, Süddeutsche Zeitung.

pubblicità

Visti dagli altri

La storia araba di un’isola italiana

Pantelleria, piccola isola più vicina alla Turchia che all’Italia, conserva ancora le tracce della dominazione araba. Qui “gli arabi hanno superato l’Occidente sul fronte delle tecnologie”. Il reportage del quotidiano Al Hayat.

Francia

I medici vanno incontro ai nuovi malati

È stato presentato il nuovo codice deontologico dei medici francesi. Ha seguito l’evoluzione della società e dei suoi bisogni, in particolare in materia di segreto professionale, informazione dei pazienti, scelta delle terapie e assistenza ai malati terminali. Il commento di Le Figaro.

Russia

In Cecenia, sul treno dimenticato

Un tempo erano molti i ceceni che facevano la spola sul treno tra Grozny e Mosca per vendere i loto prodotti. Oggi gli uomini non possono più entrare in Russia. Ma alle donne è ancora consentito circolare liberamente. Moskovskie Novosti le ha incontrate sul rapido 88.

pubblicità

America Latina

Narcotraffico e politica

I narcotrafficanti sono oggi finanzieri e imprenditori che cercano un dialogo con il potere politico. E i governi latinoamericani sono stretti tra le pressioni di Washington e la necessità di un accordo con le organizzazioni criminali. Un intervento di Jorge Castaneda.

Senegal

La folle danza tra i tamburi del Sabar

Earthwatch, un’organizzazione ambientalista, finanzia le sue ricerche vendendo insolite vacanze a curiosi volenterosi. Semplici turisti diventano così gli assistenti di un ricercatore esperto. Un viaggio in Senegal per studiare le percussioni e le danze del Sabar.

In copertina

Va in onda alla radio il nuovo populismo americano

Un americano su cinque ascolta la radio regolarmente. E i talk-show radiofonici sono orma diventati un fenomeno di massa, potenti strumenti di dibattito e di orientamento politico. Un’inchiesta del settimanale The Nation tra i conduttori più famosi e discussi d’America.

Finlandia

Il villaggio che voleva cambiare paese

Da quando la Finlandia ha aderito all’Unione europea, la vita degli abitanti di Utsjoki, un paesino dell’estremo nord, è diventata un incubo: gli scambi commerciali sono più difficili e la disoccupazione è aumentata. La soluzione? Spostare la frontiera.

Stati Uniti

I fantasmi dell’Alabama

Il 3 maggio 1995 sono tornate le catene nelle prigioni dell’Alabama. Erano state abolite alla fine degli anni Cinquanta. Oggi le misure di sicurezza del Lime County Correctional Facility sono sempre più dure. Le foto di James Nachtwey.

pubblicità

Società

Non fate del male allo Yeti!

Andrew Marshall, South China Morning Post.

Afghanistan

C’è la mano del Pakistan nella guerra civile afgana

I taliban, gli studenti guerrieri che combattono in Afghanistan, controllano ormai un terzo del paese. Obiettivo: aprire per conto del Pakistan una via di comunicazione tra il porto di Karachi e le repubbliche islamiche ricche di petrolio nate dalla dissoluzione dell’Urss.

Algeria

Gli algerini alle urne, nel terrore

Tra due mesi l’Algeria andrà a votare per le elezioni presidenziali. Respinte dagli integralisti islamici, ma anche dai principali partiti impegnati nei tentative di riconciliazione, le consultazioni sono volute dal potere per legittimarsi. L’analisi di Libération.

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.