Formato un consiglio di transizione nello Yemen

Il mediatore delle Nazioni Unite nello Yemen ha annunciato la formazione di un consiglio di transizione

L’Arabia Saudita ha dichiarato che ospiterà i negoziati per la pace nello Yemen a Riyadh, ma non è ancora chiaro chi parteciperà alle trattative. Al Jazeera

L’Arabia Saudita ha dichiarato che ospiterà i negoziati per la pace nello Yemen a Riyadh, ma non è ancora chiaro chi parteciperà alle trattative. Al Jazeera

Esplode una bomba a Sanaa

Una bomba è esplosa vicino a un’accademia militare nella capitale dello Yemen, Sanaa, in un quartiere che è considerato la roccaforte dei ribelli sciiti houthi. Non è ancora chiaro se ci siano delle vittime. Reuters

pubblicità
L’ex presidente dello Yemen liberato dalla sua residenza

L’ex presidente dello Yemen Abd Rabbu Mansur Hadi ha potuto lasciare per la prima volta la sua residenza a Sanaa da quando le milizie dei ribelli houthi hanno occupato il palazzo e preso il controllo del governo. Hadi è stato costretto a dimettersi e il parlamento è stato sciolto. Reuters

Formato un consiglio di transizione nello Yemen

Il mediatore delle Nazioni Unite Jamal Benomar ha annunciato che i diversi partiti politici in Yemen hanno trovato un accordo su un consiglio di transizione, dopo la presa del potere da parte dei ribelli houthi. La decisione non è definitiva, ha detto il mediatore delle Nazioni Unite, ma è un passo in avanti.

Il consiglio di transizione prenderà il posto della camera alta del parlamento e affiancherà l’attuale parlamento, che rimarrà in carica. Parteciperanno al consiglio di transizione anche rappresentanti del sud del paese e i partiti dell’opposizione. Ancora non è stato trovato un accordo sulla condivisione della nomina di un presidente e di un primo ministro di transizione. Al Jazeera

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.