Le truppe britanniche si ritirano dall’Afghanistan

L’esercito statunitense e quello britannico si sono ritirati dalla provincia di Helmand, in Afghanistan. L’esercito statunitense resterà nel paese fino alla fine del 2014. Inoltre gli Stati Uniti lasceranno 9.800 soldati in Afghanistan dopo la fine della loro missione.

Dieci poliziotti afgani rapiti dai taliban

Almeno dieci poliziotti sono stati rapiti dai taliban nella provincia del Badakhshan, in Afghanistan. Quattro poliziotti sono stati uccisi quando i miliziani hanno attaccato una caserma a Wardoj.

Secondo alcune fonti i poliziotti rapiti sono 16. Il portavoce della polizia Lal Mohammad Ahmadzai ha dichiarato che sono state impiegate numerose forze di polizia per ricercare i poliziotti rapiti. L’attacco avviene proprio mentre le ultime truppe straniere stanno lasciando il paese. Bbc

pubblicità
Le forze militari britanniche hanno lasciato l’Afghanistan

Una flotta di aerei ed elicotteri ha prelevato gli ultimi soldati britannici e statunitensi dalle basi nella provincia di Helmand.

Il 26 ottobre sono state dichiarate ufficialmente concluse le operazioni militari nella zona: nelle ultime 24 ore circa mille soldati si sono ritirati da Camp Leatherneck e Camp Bastion, i due principali avamposti militari che si trovano tra la provincia di Helmand e quella di Kandahar.

Il ritiro delle truppe britanniche è concluso, anche se qualche soldato si trova ancora a Kabul. I soldati statunitensi invece resteranno in Afghanistan fino alla fine del 2014. Reuters

Il Regno Unito ha concluso l’intervento militare in Afghanistan

L’ultima base del Regno Unito in Afghanistan, Camp Bastion, è stata riconsegnata al controllo delle forze armate afgane. Dopo tredici anni la bandiera è stata ammainata mettendo fine alle operazioni militari.

“Abbiamo commesso degli errori”, ha ammesso il ministro della difesa, Michael Fallon, annunciando la fine dell’intervento militare.

I morti britannici durante il conflitto sono stati 453. Bbc

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.