Piero Purich

È uno storico triestino di lingua italiana. Nel 2016 ha ripreso il cognome di famiglia, che era stato italianizzato in Purini durante il fascismo. Ha conseguito il dottorato all’università di Klagenfurt in Austria. Il suo lavoro più importante è Metamorfosi etniche. I cambiamenti di popolazione a Trieste, Gorizia, Fiume e in Istria. 1914-1975 (KappaVu, 2014). Sulla prima guerra mondiale ha realizzato lo spettacolo teatrale Rifiuto la guerra. Pacifisti, renitenti, disertori, ammutinati. La grande guerra dalla parte di chi cercò di evitarla.

L’Italia e la grande guerra senza la retorica nazionalista

In occasione dell’anniversario della sua fine, la prima guerra mondiale è celebrata come una storia di eroismo. Ma tolto il velo della propaganda restano i massacri, le fucilazioni e le punizioni dei soldati italiani. Leggi