Le città dei poveri

Nella township di Città del Capo anche andare in bagno è pericoloso

“La mia amica aveva sei anni. Mi ha chiesto di accompagnarla in bagno, ma io volevo continuare a giocare. È uscita dal cancello e non è più ritornata”. Khayelitsha, a Città del Capo, è il terzo slum più grande del Sudafrica. Gli abitanti per raggiungere i servizi igienici, che si trovano fuori dall’area abitata, subiscono spesso aggressioni. Il governo sudafricano si rifiuta di costruire infrastrutture adeguate. Il video della Thomson Reuters Foundation, sesta puntata della serie Le città dei poveri. Leggi

Vivere e lavorare senza mai uscire dallo slum di Mumbai

Nella baraccopoli di Dharavi a Mumbai, in India, vivono e lavorano oltre un milione di persone. Con le loro piccole attività, i conciatori, i tessitori e i produttori di sapone, alimentano un giro d’affari annuale di circa un miliardo di dollari. Il video della Thomson Reuters Foundation, quinta puntata della serie Le città dei poveri. Leggi

pubblicità
La strada voluta dal governo minaccia la scuola dello slum di Nairobi

La baraccopoli di Kibera a Nairobi, in Kenya, è la più grande dell’Africa. Il governo vuole costruire una grande arteria per decongestionare il traffico della città. La nuova strada dovrebbe attraversare lo slum minacciando scuole e abitazioni. Il video della Thomson Reuters Foundation, quarta puntata della serie Le città dei poveri. Leggi

Lo spirito di comunità aiuta la gente dello slum di Città del Messico

I residenti di Ciudad Neza, baraccopoli a Città del Messico popolata da 1,2 milioni di persone, si sono uniti per ottenere un miglioramento delle loro condizioni di vita. Tra le iniziative, un progetto prevede la costruzione di tetti in cemento al posto di quelli in lamiera per le case dello slum. Il video della Thomson Reuters Foundation, terza puntata della serie Le città dei poveri. Leggi

Lo slum più grande dell’Asia ha una rete fognaria per merito dei residenti

Il problema più grande per i residenti dello slum di Orangi Town, a Karachi, in Pakistan, era l’assenza di un sistema fognario. Con il supporto tecnico dell’Orangi pilot project la comunità ha costruito una rete di scarico autofinanziata, spingendo gli abitanti di altre quaranta baraccopoli pachistane a fare lo stesso. Il video della Thomson Reuters Foundation, seconda puntata della serie Le città dei poveri. Leggi

pubblicità
In Uganda gli abitanti degli slum lottano per una vita migliore

La baraccopoli di Banda a Kampala, capitale dell’Uganda, ospita 1,3 milioni di persone sotto costante minaccia di sgombero. Per tentare di risolvere il problema è stato ideato un programma di condivisione della terra che tutela i diritti di proprietà degli abitanti e ne migliora le condizioni di vita. Il video della Thomson Reuters Foundation, prima puntata della serie Le città dei poveri. Leggi

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.