La scuola nel campo profughi di Arbat, dove yazidi e arabi studiano insieme. (Monika Bulaj)
  • 21 Mag 2015 13.23

Lungo il confine con la guerra

21 maggio 2015 13:23

Il campo di Arbat è stato aperto nell’agosto del 2013 a pochi chilometri dalla città di Sulaymaniya, nel Kurdistan iracheno: ospita circa 16mila persone tra profughi siriani e iracheni, per la maggior parte curdi.

Secondo le Nazioni Unite dall’inizio della guerra civile nove milioni di siriani hanno dovuto lasciare le loro case: quattro milioni di loro sono fuggiti nei paesi confinanti (Turchia, Libano, Giordania, Iraq). Attualmente sono almeno 200mila i rifugiati siriani che vivono in Iraq: metà di loro sono bambini.

Nel marzo del 2015 la fotografa Monika Bulaj ha realizzato un reportage nel Kurdistan iracheno, nei campi profughi lungo la linea degli scontri, dove Emergency ha costruito e gestisce i centri medici per assistere migliaia di profughi iracheni e siriani.

pubblicità

Da non perdere

La nuova copertina di Internazionale
Perché le ong che salvano vite nel Mediterraneo sono sotto attacco
Storia del concentrato di pomodoro prodotto in Cina

In primo piano