NUOVE NOTIZIE

LIVE
NUOVE NOTIZIE

  •  

Attentato a Berlino, 12 morti

 

È successo a Breitscheidplatz, nel quartiere di Charlottenburg, vicino alla chiesa Kaiser-Wilhelm-Gedächtniskirche. Nella zona si stava svolgendo un mercatino natalizio. La polizia segue la pista del terrorismo.


  • 20 Dic 2016 19.17

Falso allarme bomba alla stazione ferroviaria di Colonia

La stazione ferroviaria di Colonia è stata evacuata per un breve periodo dopo un allarme bomba lanciato in seguito a una telefonata anonima. La polizia federale tedesca ha confermato che si è trattato di un falso allarme.

  • 20 Dic 2016 19.11

Rilasciato il sospetto attentatore di Berlino

Le autorità tedesche hanno rilasciato il richiedente asilo pachistano che in un primo momento era stato sospettato come l’autore della strage del 19 dicembre. Secondo il procuratore generale berlinese non ci sono prove per istruire il caso contro di lui. L’uomo ha sempre negato ogni coinvolgimento nell’attentato.

pubblicità
  • 20 Dic 2016 17.49

Ricostruiti gli spostamenti del camion usato per l’attentato a Berlino

Come riporta il Guardian, il conduttore del camion, l’uomo di nazionalità polacca ritrovato ucciso al suo interno dopo l’attentato, nella giornata del 19 dicembre si era presentato al magazzino della ThyssenKrupp dove era prevista la consegna delle merci che trasportava. Il suo intento era di scaricarle un giorno prima della consegna per avere quindi la serata libera. Ma i responsabili del magazzino gli hanno impedito di scaricare, chiedendogli di presentarsi il giorno successivo. Secondo le informazioni fornite dal cugino del conducente, padrone del camion, l’uomo a quel punto aveva parcheggiato il camion non lontano dal magazzino per andare a mangiare qualcosa. Dopodiché di lui si sono perse le tracce.

  • 20 Dic 2016 16.00
Un uomo prega davanti al memoriale allestito davanti alla chiesa Kaiser-Wilhelm-Gedächtniskirche di Berlino.
  • 20 Dic 2016 15.48

Angela Merkel visita il luogo dell’attentato

La cancelliera tedesca, accompagnata dal sindaco di Berlino Michael Müller, dal ministro degli esteri Frank-Walter Steinmeier e da quello degli interni Thomas de Maizière ha fatto visita al luogo della strage, Breitscheidplatz.

pubblicità
  • 20 Dic 2016 15.21

Angelino Alfano non esclude vittime italiane

Il ministro degli esteri italiano, Angelino Alfano, ha dichiarato che non è escluso che ci sia una vittima italiana, ma ha aggiunto che si attendono conferme dalla polizia tedesca. La stampa italiana scrive che risulta dispersa una ragazza, Fabrizia Di Lorenzo, ma questa notizia non è stata ancora confermata da fonti ufficiali.

  • 20 Dic 2016 15.17

Per le autorità tedesche l’attentatore potrebbe essere in fuga

A Berlino si è tenuta la conferenza stampa delle autorità tedesche. Ecco cos’hanno detto:

  • Il procuratore federale Peter Frank ha confermato che il pachistano di 23 anni fermato dalla polizia a due chilometri dalla strage non dovrebbe essere l’uomo che ha investito la folla a bordo del camion. L’uomo nega le accuse e non ci sono prove che sia legato all’attacco. Il dna del sospetto sarà comunque confrontato con tracce organiche rinvenute sul mezzo usato nell’attentato.
  • È quindi probabile che l’autore dell’attacco sia a piede libero e armato. “Per questo siamo in allerta massima”, ha aggiunto Frank.
  • Holger Münch, capo della polizia federale, ha dichiarato che non ci sono certezze sul fatto che l’attentatore fosse di religione islamica. La polizia ha confermato che non sono arrivate rivendicazioni dell’attentato e che quindi l’aggressore potrebbe essere un cane sciolto.
  • Sei vittime sono state identificate: sono di nazionalità tedesca.
  • 20 Dic 2016 13.46

Dubbi sull’autore della strage

Dopo che il quotidiano tedesco Die Welt ha scritto, citando fonti di polizia, che è stato arrestato l’uomo sbagliato, anche le autorità berlinesi, attraverso un tweet diffuso in tedesco e in inglese, hanno invitato alla cautela. Il vero responsabile potrebbe quindi essere ancora a piede libero e armato.

  • 20 Dic 2016 13.15

Il punto della situazione

  • Verso le 20.15 del 19 dicembre un camion ha travolto la folla in un mercatino natalizio a Breitscheidplatz, una piazza di Berlino che si trova nel quartiere di Charlottenburg, nella zona ovest della città. È uno dei mercati più popolari della capitale tedesca.
  • Ci sono 12 morti e 48 feriti, diciotto dei quali in condizioni molto gravi. Secondo i testimoni, l’autista del tir ha investito le persone mentre andava a tutta velocità e senza cercare di frenare.
  • La cancelliera tedesca Angela Merkel ha dichiarato che si è trattato di un attacco terroristico. “Ci sono ancora molte cose che non sappiamo con sicurezza, ma dobbiamo presumere che si stato un attacco terroristico”, ha commentato Merkel. Anche il ministero dell’interno ha confermato l’ipotesi.
  • La polizia ha arrestato un uomo a due chilometri dalla strage, ma il vero responsabile potrebbe essere ancora a piede libero, scrive Die Welt. L’uomo fermato il 19 dicembre è un richiedente asilo pachistano di 23 anni, che però al momento nega tutte le accuse.
  • Der Spiegel ha scritto che l’uomo usava i nomi di Naved B. e Navid B. ed era arrivato in Germania il 1 febbraio 2016 attraverso la rotta balcanica. Il sospettato avrebbe ottenuto il permesso di soggiorno il 2 giugno 2016. Queste informazioni vanno prese con cautela, perché potrebbe aver usato documenti falsi.
  • La Reuters ha scritto che Naved B. viveva nel campo profughi allestito nell’ex aeroporto di Tempelhof, a sud di Berlino, dove questa mattina la polizia ha fatto una perquisizione.
  • Un’altra persona è stata trovata morta dentro il camion: si tratta di un uomo di nazionalità polacca, ucciso da un colpo d’arma da fuoco. Potrebbe trattarsi del vero autista del camion, preso in ostaggio.
  • 20 Dic 2016 13.03

Tutti gli attentati che hanno colpito la Germania negli ultimi mesi

La Germania è diventato uno degli obiettivi principali per i militanti islamici in Europa. Ecco una lista degli attacchi avvenuti e di quelli che la polizia è riuscita a sventare, dallo scorso febbraio.

Lipsia, 10 Ottobre 2016
La polizia locale arresta un uomo di origine siriana di 22 anni, Jaber al Bakr, ricercato da due giorni, dopo aver trovato del materiale esplosivo nel suo appartamento a Chemnitz. Era sospettato di aver pianificato un attacco all’aeroporto di Berlino. Due giorni dopo l’uomo viene trovato morto in cella. Si era impiccato con la camicia.

Ansbach, 24 luglio 2016
Un profugo siriano si fa esplodere, ferendo dodici persone in un locale vicino all’ingresso di un festival musicale nella città di Ansbach, vicino a Norimberga. Aveva un permesso di soggiorno temporaneo, perché la sua domanda di asilo era stata respinta. Il ministro dell’interno bavarese, Joachim Herrmann, conferma che l’uomo era affiliato al gruppo Stato islamico.

Reutlingen, 24 luglio 2016
Un siriano di 21 anno uccide a colpi di macete una donna incinta e ferisce due persone. L’episodio, che non ha matrice terroristica, avviene nella città di Reutlingen, vicino a Stoccarda. L’aggressore viene arrestato poco dopo l’omicidio.

Monaco di Baviera, 23 luglio 2016
Un diciottenne di cittadinanza tedesca e iraniana, che ha agito da solo e poi si è suicidato, apre il fuoco in un centro commerciale a Monaco di Baviera uccidendo nove persone. In una conferenza stampa il capo della polizia della città dichiara che il giovane non era noto alla polizia e non avevs collegamenti con gruppi terroristici.

Würzburg, 18 luglio 2016
Un richiedente asilo di 17 anni aggredisce cinque passeggeri di un treno con accetta e coltello. Non ci sono morti, ma alcune persone rimangono ferite. La polizia uccide l’aggressore mentre cercava di scappare. L’attacco viene rivendicato dall’agenzia di stampa Al Amaq, legata al gruppo Stato islamico.

Düsseldorf, 2 giugno 2016
La polizia tedesca arresta tre uomini sospettati di essere affiliati al gruppo Stato islamico. Due di loro stavano pianificando di farsi esplodere nel centro di Düsseldorf e un altro di aprire il fuoco sulla folla con pistole e altri esplosivi.

Essen, 21 aprile 2016
La polizia arresta tre persone dopo che un ordigno esplode nel tempio sikh a Essen. Un sospettato di 16 anni si consegna alla polizia, dopo che il video dell’accaduto viene divulgato, e un altro viene arrestato.

Hanover, febbraio 2016
Safia S., donna di origini marocchine, viene arrestata con l’accusa di aver ucciso un ufficiale della polizia nella stazione centrale di Hanover. La donna, 16 anni, ha commesso l’attacco in nome del gruppo Stato islamico.

Berlino, 2 febbraio 2016
La polizia arresta tre uomini di origine algerina sospettati di essere collegati al gruppo Stato islamico e di aver pianificato diversi attacchi terroristici nella capitale.

pubblicità
  • 20 Dic 2016 12.24

Il presunto attentatore nega le accuse

Il pachistano di 23 anni arrestato a circa due chilometri dall’attentato ha respinto le accuse. Lo scrive l’agenzia di stampa Dpa, citando fonti delle forze dell’ordine.

  • 20 Dic 2016 11.07

Angela Merkel conferma che è stato un attentato

La cancelliera tedesca ha appena tenuto una breve conferenza stampa a Berlino. Ecco cos’ha detto:

  • Si è trattato di un attacco terrorista. La cancelliera ha commentato: “Ci sono ancora molte cose che non sappiamo con sicurezza, ma dobbiamo presumere che si sia trattato di un attacco terrorista”.
  • L’attacco è stato probabilmente compiuto da un richiedente asilo, ma la Germania non dovrà smettere di essere un paese accogliente. “Per noi è una giornata molto difficile, sappiamo che la persona che ha compiuto questo atto aveva chiesto asilo in Germania. Noi continueremo a sostenere e dare sostegno alle persone che chiedono di integrarsi nel nostro paese”, ha aggiunto Merkel.
  • I feriti sono più di cinquanta.
  • La cancelliera farà visita al luogo dell’attacco.
  • Merkel ha commentato: “Non vogliamo vivere con la paura che ci viene imposta dal male. Troveremo la forza di continuare a vivere liberi, insieme in uno spirito di apertura mentale”.
  • 20 Dic 2016 10.56

Quello di Berlino è un attentato, dice il governo tedesco

Il ministero dell’interno tedesco ha definito ufficialmente “un attentato” la strage provocata da un camion che ha travolto la folla in un mercato natalizio di Charlottenburg. Il ministro dell’interno, Thomas de Maizière, ha aggiunto che i mercati di Natale in città dovranno continuare.

  • 20 Dic 2016 10.37

Cosa sappiamo del presunto attentatore di Berlino

Le autorità tedesche non hanno ancora detto chi è stato a guidare il camion che ieri sera ha travolto la folla in un mercato di Charlottenburg, uccidendo 12 persone e ferendone 48. I mezzi d’informazione tedeschi però hanno già diffuso diverse informazioni.

  • L’uomo che era alla guida del camion che ha travolto la folla nel mercato natalizio di Breitscheidplatz era un pachistano di 23 anni. Der Spiegel ha scritto che l’uomo usava i nomi di Naved B. e Navid B. ed era arrivato in Germania il 1 febbraio 2016 attraverso la cosiddetta rotta balcanica. Il sospettato avrebbe ottenuto il permesso di soggiorno il 2 giugno 2016. Queste informazioni vanno prese con cautela, perché potrebbe aver usato documenti falsi.
  • La Reuters ha scritto che Naved B. viveva nel campo profughi allestito nell’ex aeroporto di Tempelhof, nel sud di Berlino, che è stato perquisito dalla polizia stamattina.
  • L’altra persona trovata morta dentro il tir è di nazionalità polacca ed è stata uccisa da un colpo d’arma da fuoco. Potrebbe trattarsi del guidatore del camion, che a questo punto potrebbe essere stato sequestrato.
  • 20 Dic 2016 10.07

Angela Merkel parlerà alle 11

La cancelliera tedesca parlerà con la stampa alle 11 per commentare il presunto attentato di Berlino.

pubblicità
  • 20 Dic 2016 09.36
Le operazioni di soccorso e le indagini della polizia sul luogo in cui il camion ha travolto la folla a Berlino, la notte tra il 19 e il 20 dicembre 2016.

Le immagini scattate dopo il presunto attentato nel mercato natalizio a Breitscheidplatz.

  • 20 Dic 2016 09.18

Identificato il guidatore del camion, scrive Die Welt

Il quotidiano di Amburgo ha scritto che il sospettato sarebbe un ragazzo pachistano di 23 anni, conosciuto come “Naved B” e arrivato in Germania un anno fa. Il giornale aggiunge che sarebbe nato il 1 gennaio 1993.

  • 20 Dic 2016 08.45
Le operazioni di soccorso dopo che un camion ha travolto la folla in un mercatino natalizio di Berlino. Ci sono stati 12 morti e 48 feriti, alcuni in gravi condizioni. La polizia ha dichiarato che sta indagando su un “probabile attentato”.
  • 20 Dic 2016 08.43

La polizia tedesca fa un blitz nell’ex aeroporto di Tempelhof

Il quotidiano Die Welt ha scritto che stamattina alle 7.43 le forze dell’ordine hanno fatto irruzione nell’ex aeroporto di Tempelhof, nel sud della capitale tedesca. Per il momento non si hanno altri dettagli. Tempelhof attualmente è usato come centro per i rifugiati.

  • 20 Dic 2016 08.20

Il riassunto della situazione

  • Verso le 20.15 del 19 dicembre un camion ha travolto la folla in un mercatino natalizio a Breitscheidplatz, una piazza di Berlino che si trova nel quartiere di Charlottenburg, nella zona ovest della città. È uno dei mercati più popolari della capitale tedesca.
  • Ci sono 12 morti e 48 feriti, alcuni in gravi condizioni. La polizia ha dichiarato che sta indagando su un “probabile attentato” e che il tir è stato lanciato “di proposito” contro il mercato natalizio.
  • Una persona di nazionalità polacca è stata trovata morta all’interno del camion. La polizia ha arrestato un sospettato a due chilometri dalla strage, ma non è chiaro se sia il guidatore del tir. Secondo fonti citate dalle agenzie di stampa tedesche, il guidatore è un richiedente asilo afgano o un pachistano arrivato in Germania a febbraio.
  • Il camion aveva una targa polacca e apparteneva a una ditta di trasporti polacca. Secondo una ricostruzione ancora non confermata, il veicolo era partito dall’Italia e doveva fare una consegna nella capitale tedesca. L’azienda sostiene di aver perso i contatti con il guidatore verso le 16 e l’uomo risulta disperso. Sembrerebbe quindi che il veicolo sia stato rubato.
  • Il dipartimento di stato degli Stati Uniti nei giorni scorsi aveva avvisato i suoi cittadini, dichiarando di avere “informazioni credibili” su attentati terroristici nel periodo di Natale, in particolare nei mercati natalizi. Il presidente Donald Trump ha incolpato lo Stato islamico, ma il ministero dell’interno tedesco ha invitato alla cautela, perché l’attacco non è ancora stato rivendicato.
  • Anche la Francia ha alzato l’allerta. Il ministro dell’interno, Bruno Le Roux, ha annunciato un rafforzamento delle misure di sicurezza in tutti i mercati natalizi del paese.
pubblicità
  • 19 Dic 2016 23.37

Il passeggero morto a bordo del camion era polacco

La polizia tedesca ha dichiarato che la persona che era a bordo del tir che ha travolto la folla a Breitscheidplatz era di nazionalità polacca. La nazionalità del presunto guidatore arrestato dalla polizia non è ancora chiara.

  • 19 Dic 2016 23.21

Anche la Francia alza l’allerta

Il ministro dell’interno francese, Bruno Le Roux, ha annunciato “un rafforzamento delle misure di sicurezza” in tutti i mercatini di Natale.

  • 19 Dic 2016 23.10

Il riassunto della situazione

  • Verso le 20.15 un camion ha travolto la folla in un mercatino natalizio a Breitscheidplatz, una piazza di Berlino che si trova nel quartiere di Charlottenburg, nella zona ovest della città. È uno dei mercati più popolari della capitale tedesca.
  • Ci sono almeno nove morti e almeno cinquanta feriti, per il momento. Non è ancora chiaro se si tratti di un incidente oppure di un attentato. Il ministero dell’interno tedesco ha invitato alla cautela.
  • La polizia ha arrestato una persona nei paraggi, ma non è chiaro se sia il guidatore del camion. Il passeggero che era a bordo del tir è stato trovato morto sul posto.
  • Il camion aveva una targa polacca registrata a Stettino e apparteneva a una ditta di trasporti polacca. Il veicolo era partito dall’Italia e doveva fare una consegna nella capitale tedesca. L’azienda sostiene di aver perso i contatti con il guidatore verso le 16 e l’uomo risulta disperso. Sembrerebbe quindi che il veicolo sia stato rubato.
  • Il dipartimento di stato degli Stati Uniti nei giorni scorsi aveva avvisato i suoi cittadini, dichiarando di avere “informazioni credibili” su attentati terroristici nel periodo di Natale, in particolare nei mercati natalizi.
  • La polizia ha invitato i residenti a restare a casa e a “non diffondere voci” sull’episodio.
  • 19 Dic 2016 23.00
Il camion che ha investito i passanti nel mercato natalizio di Breitscheidplatz, il 19 dicembre 2016.
  • 19 Dic 2016 22.46

Il ministro dell’interno non conferma la pista dell’attentato

Il ministero dell’interno ha fatto sapere che non è ancora chiaro il motivo per il quale il camion ha travolto le persone presenti al mercato natalizio a Charlottenburg e che potrebbe essersi trattato sia di un incidente sia di un attacco premeditato.

  • 19 Dic 2016 22.33

Le immagini da Berlino

Il luogo dove il camion ha travolto la folla a Berlino, in un video diffuso dall’agenzia Associated Press.


  • 19 Dic 2016 22.19

Il passeggero a bordo del camion è morto

La polizia tedesca ha scritto su Twitter, confermando che l’altra persona che si trovava a bordo del camion è morta nello scontro. Le forze dell’ordine hanno aggiunto che non si temono altre minacce, per il momento.

  • 19 Dic 2016 22.09

Il camion proveniva dalla Polonia

La polizia ha fatto sapere che il camion che ha travolto la folla a Berlino aveva una targa polacca registrata a Danzica e appartiene a una ditta di trasporti polacca. Il veicolo ha lasciato la Polonia questo pomeriggio diretto verso Berlino e l’azienda sostiene di aver perso i contatti verso le 16. Sembrerebbe quindi che il veicolo sia stato rubato.

  • 19 Dic 2016 21.43

Cosa sappiamo finora

  • Verso le 20.15 un camion ha travolto la folla in un mercatino natalizio a Breitscheidtplatz, una piazza di Berlino che si trova nel quartiere di Charlottenburg, nella zona ovest della città. È uno dei mercati più popolari della capitale tedesca.
  • La polizia ha dichiarato che ci sono almeno nove morti e almeno cinquanta feriti. Non è ancora chiaro se si tratti di un incidente oppure no. Si ritiene probabile che si tratti di un attentato, ma questa ipotesi non è stata ancora confermata.
  • È stata arrestata una persona, che potrebbe essere quella che era alla guida del camion. Un altro sospettato che era a bordo del veicolo è morto.
  • La polizia ha invitato i residenti a restare a casa e a “non diffondere voci” sull’episodio.
  • 19 Dic 2016 21.33

Un video girato subito dopo che il camion ha travolto la folla a Charlottenburg.

  • 19 Dic 2016 21.22

I morti sono nove

La polizia tedesca conferma che ci sono nove morti e diversi feriti