NUOVE NOTIZIE

AUTORI
NUOVE NOTIZIE

Bernard Guetta

È un giornalista francese esperto di politica internazionale. Ha una rubrica quotidiana su radio France Inter e collabora con Libération.

Bernard Guetta

  • 06 Dic 2016 09.36

La fine dell’austerità non dipende solo dalla Commissione europea

Li chiamano “burocrati”, “senza terra”, “ideologi liberisti” e “contabili”. Ma è proprio la Commissione europea ad aver invitato i paesi dell’eurozona a investire nel rilancio delle economie europee acconsentendo all’aumento della spesa pubblica. Leggi

  • 05 Dic 2016 09.50

L’Austria respinge il populismo e l’Italia entra in acque sconosciute

Schierandosi dalla parte di un ecologista di 71 anni, Alexander Van der Bellen, che ha vinto le elezioni con il 53 per cento dei voti, l’Austria ha ricordato che il voto della collera e del rifiuto non è ineluttabile in occidente. Gli italiani non hanno votato per l’estrema destra, ma hanno detto no a un progetto di riforma costituzionale sottoposto a referendum e bersaglio delle critiche di tutte le forze politiche. Leggi

pubblicità
  • 02 Dic 2016 09.44

Un nuovo capitolo nella storia tormentata di Haiti

Devastata sette anni fa da un terremoto le cui ferite sono ancora aperte, Haiti è nuovamente sprofondata nel caos dopo le presidenziali dello scorso 20 novembre. Le strade sono invase da manifestanti e soldati. Leggi

  • 01 Dic 2016 09.43

La Russia sembra vincere su tutti i fronti

Le cose per Vladimir Putin si mettono bene. Alla Casa Bianca è stato eletto Donald Trump che si mostra amichevole con le pretese territoriali russe, in Francia potrebbe diventare presidente Fillon, che dice di essere favorevole alla cancellazione delle sanzioni contro Mosca, e l’intervento russo in Siria potrebbe mantenere al potere Bashar al Assad. Leggi

  • 30 Nov 2016 09.56

Una domenica importante per l’Italia e per l’Austria

È assolutamente possibile che il 4 dicembre le presidenziali austriache sanciscano l’elezione di un candidato di estrema destra e che il fallimento del referendum costituzionale italiano apra una crisi politica che andrebbe a beneficio del movimento di Beppe Grillo. Leggi

pubblicità
  • 29 Nov 2016 09.32

L’agonia di Aleppo

Ormai la crisi siriana può essere riassunta in tre punti. I ribelli stanno perdendo la partita. In piena transizione elettorale, la Francia e gli Stati Uniti sono del tutto assenti, mentre la Russia continua a fare passi avanti. Leggi

  • 28 Nov 2016 09.35

I due volti di Fidel Castro

Un eroe? Un boia? Forse discuterne così tanto, dopo l’annuncio della sua morte, non ha senso. Perché Fidel Castro è stato prima l’uno e poi l’altro, o le due cose contemporaneamente, eroe e boia. Leggi

  • 25 Nov 2016 09.45

Non bisogna fare troppe concessioni alla Russia di Vladimir Putin

Difficile dire di chi sia la colpa, e forse non è importante, ma resta il fatto che in quest’ultimo dibattito tra i due finalisti delle primarie francesi della destra e del centro, tra due uomini che hanno buone possibilità di governare presto il paese, di politica estera si è parlato per sette minuti, orologio alla mano. Leggi

  • 24 Nov 2016 09.53

Le promesse elettorali accantonate di Donald Trump

Cancellare Obamacare, il programma per la copertura sanitaria per tutti. Il muro alla frontiera messicana pagato dai messicani. L’espulsione di milioni di immigrati senza documenti. Il divieto per i musulmani di mettere piede in territorio americano. Donald Trump non parla quasi più di queste sue promesse elettorali, ma ce ne sono due che sta già attuando. Leggi

  • 23 Nov 2016 09.12

Chi è François Fillon, l’amico francese di Vladimir Putin

All’estero il trionfo di François Fillon ha colto tutti di sorpresa. La reazione della Russia, però, è stata diversa dalle altre. A Mosca la notizia è stata accolta con entusiasmo, e i leader politici e i mezzi d’informazione hanno celebrato la vittoria dell’“amico della Russia”, del “candidato filorusso”, dell’“amico François” alle primarie del centrodestra. Leggi

pubblicità
  • 22 Nov 2016 09.36

Il liberismo solitario della destra francese

Che sia fondata o meno, la sensazione è che la Francia sarà sempre fuori fase. All’inizio degli anni ottanta il paese di François Mitterrand aveva optato per le nazionalizzazioni e l’abbassamento dell’età pensionabile mentre il resto del mondo sposava le idee liberiste basate su una minore presenza dello stato e una riduzione dell’assistenza sociale. Leggi

  • 21 Nov 2016 09.46

Una nuova elezione di Angela Merkel darebbe stabilità all’Europa

Non è una sorpresa, perché ce lo aspettavamo e da diversi giorni la cancelliera lo aveva lasciato intendere. Eppure la dichiarazione con cui la sera del 20 novembre Angela Merkel ha annunciato che proverà a ottenere un quarto mandato è un fatto politico di grande importanza. Leggi

  • 18 Nov 2016 09.34

C’è una grande assente nei dibattiti elettorali europei

Le primarie del centrodestra francese per scegliere il candidato alle presidenziali del 2017 si svolgeranno il 20 novembre. Ma dai dibattiti è mancato un impegno a rafforzare l’Unione europea e a evitare le tentazioni protezionistiche e nazionalistiche sostenute da Donald Trump. Leggi

  • 17 Nov 2016 09.45

L’eredità di Barack Obama 

Il presidente statunitense ha salutato l’Europa. Dopo la Grecia, dove è arrivato il 15 novembre, oggi sarà il turno della Germania. La scelta dei due paesi la dice lunga sullo stato del mondo. È nella Germania che Obama vede la speranza di un’Europa abbastanza forte da difendersi dall’estremismo e proteggere la democrazia. Leggi

  • 16 Nov 2016 09.49

La presidenza di Trump segnerà una svolta per gli Stati Uniti

Lo dice un analista statunitense di grande fama: Donald Trump ha buone possibilità di rilanciare la crescita e l’occupazione, ma lo farà difendendo gli interessi interni degli Stati Uniti a scapito della stabilità internazionale. Leggi

pubblicità
  • 15 Nov 2016 09.26

I mezzi d’informazione hanno fatto bene a prendere posizione su Trump

Il mondo del giornalismo è stato accusato di non aver raccontato la collera e il rancore che hanno portato Trump alla presidenza. E soprattutto per aver sperato in una vittoria democratica. Ma esprimere la propria opinione non è un crimine: è un dovere. Leggi

  • 14 Nov 2016 09.51

I favori di Donald Trump alle banche e ai mercati finanziari

Le banche di Wall street esultano. Dopo l’elezione di Donald Trump la borsa di New York ha registrato il suo miglior risultato settimanale degli ultimi cinque anni, con un balzo dei titoli bancari. Non è esattamente il segno di una vittoria del popolo contro le élite. Ma da dove viene l’euforia della borsa? Leggi

  • 11 Nov 2016 09.52

Trump non potrà mantenere tutte le sue peggiori promesse

A questo punto bisogna lasciare che le cose seguano il loro corso. L’elezione di Donald Trump alla Casa Bianca ha creato una situazione del tutto nuova e potenzialmente pericolosa e instabile. Leggi

  • 10 Nov 2016 09.42

Le sorprese nel primo discorso di Donald Trump

Nel discorso della vittoria del 9 novembre, Donald Trump ha parlato anche di politica. Niente sparate sull’espulsione di 11 milioni di clandestini, sul muro alla frontiera messicana o sul divieto di mettere piede sul suolo americano per i musulmani. Provvisoriamente o meno, tutto questo è stato dimenticato. Leggi

  • 09 Nov 2016 12.17

Con la vittoria di Donald Trump comincia un’epoca di instabilità

La politica estera degli Stati Uniti sarà dettata dall’isolazionismo e dall’unilateralismo. Il paese volterà le spalle alla lotta contro il riscaldamento globale e ai grandi accordi di libero scambio. E Washington potrebbe lanciarsi in un braccio di ferro economico con Pechino. Leggi

pubblicità