Farhad Khosrokhavar

Sociologo e docente presso l’École des hautes études en sciences sociales di Parigi.

La lotta culturale dei paesi europei per prevenire il terrorismo islamico

Cosa possono fare le società europee per combattere il terrorismo islamico? Come potrebbe cambiare l’atteggiamento verso l’islam e i giovani musulmani? Olivier Roy, Farhad Khosrokhavar, Adam Shatz e Fouad Laroui ne parlano al festival di Internazionale a Ferrara. Leggi

  • 14 Set 2016 11.40

Genesi di un terrorista secondo Farhad Khosrokhavar

Il gruppo Stato islamico è uno strumento usato per sfogare il proprio disagio, spiega Farhad Khosrokhavar. Leggi

pubblicità
La rabbia che spinge i giovani verso la violenza jihadista

Il gruppo Stato islamico sta subendo attacchi che ne minacciano l’esistenza nel prossimo futuro. Ma il malessere di chi si è impegnato tra le sue file persiste, sia sul versante siriano-iracheno sia su quello europeo, e perfino statunitense. Il tratto comune che collega i paesi del nord a quelli del sud del mondo (gli stati arabomusulmani) è la comparsa di un nuovo immaginario tra molte fasce di giovani. Leggi

Le molte facce dei jihadisti europei

Il terrorismo in Europa è cambiato. Non sono più solo i giovani delle periferie a essere attratti dall’ideologia jihadista, ma anche donne, adolescenti, classi medie e convertiti. Le motivazioni che li spingono sono molto diverse e occorre capirle per contrastare il fenomeno. Leggi

Cosa spinge giovani europei a scegliere il jihad

I jihadisti approfittano della scarsa coordinazione tra i servizi di intelligence europei per affermare la loro presenza sul territorio. E attirano nuovi seguaci sfruttando il senso di disorientamento sociale e identitario dei giovani. Leggi

pubblicità