NUOVE NOTIZIE

FONTI
NUOVE NOTIZIE

Le Monde

È un quotidiano francese.


  • 14 Gen 2017 13.00

La creazione dello stato di Palestina è sempre più lontana

Il 15 gennaio a Parigi si svolge una nuova conferenza di pace sul conflitto israelo-palestinese. Ma l’idea di una soluzione a due stati è sempre più in crisi e si evocano nuove formule, dalla confederazione all’annessione totale della Cisgiordania da parte di Israele. Leggi

  • 13 Gen 2017 11.30

Le primarie della sinistra francese cominciano senza strappi

Nel primo di tre confronti televisivi, i sette candidati delle primarie allargate del Partito socialista francese hanno esposto tutte le loro divergenze, ma senza alzare i toni. I principali temi affrontati sono stati il bilancio della presidenza di François Hollande, il reddito di base e le alleanze da stringere in futuro. Leggi

pubblicità
  • 12 Gen 2017 12.27

Il presidente libanese Michel Aoun cerca di riconquistare l’alleato saudita

Dal 9 all’11 gennaio il presidente del Libano Michel Aoun ha compiuto la sua prima visita ufficiale in Arabia Saudita. Gli obiettivi della missione erano riallacciare i rapporti e ristabilire la fiducia con Riyadh. Leggi

  • 11 Gen 2017 12.14

Ricomincia il processo storico contro l’ex dittatore del Ciad

Il 9 gennaio è cominciato a Dakar il processo in appello di Hissène Habré, l’ex presidente del Ciad al potere dal 1982 al 1990. Soprannominato il “Pinochet africano” per le atrocità commesse durante il suo regime, Habré a maggio era stato condannato all’ergastolo per crimini di guerra, crimini contro l’umanità, torture e violenze sessuali. Oggi gli avvocati della difesa cercano di far annullare questa sentenza. Leggi

  • 10 Gen 2017 11.33

Riprendono i negoziati di pace per Cipro ma la riunificazione resta lontana 

Dal 9 all’11 gennaio il presidente della parte greca di Cipro, Nicos Anastasiades, e il rappresentante di quella turca, Mustafa Akıncı, s’incontrano a Ginevra per far avanzare il processo di pace. Ma restano ostacoli legati alle questioni della sicurezza e della ripartizione territoriale. Leggi

pubblicità
  • 09 Gen 2017 12.12

Tutte le sfide del nuovo presidente del Ghana

Dopo essersi candidato due volte senza successo, il 7 gennaio ad Accra, Nana Akufo-Addo, 72 anni, è entrato ufficialmente in carica come presidente del Ghana. Il nuovo leader si è impegnato a ridurre le tasse e a rilanciare il settore privato, per stimolare la crescita economica e creare nuovi posti di lavoro. Leggi

  • 04 Gen 2017 11.18

La Birmania fa i conti con gli abusi sulla minoranza rohingya 

Il 2 gennaio il governo birmano ha riconosciuto implicitamente che la minoranza musulmana rohingya è vittima di abusi da parte delle forze di sicurezza. L’ha fatto accettando di aprire un’inchiesta su un video che mostra il pestaggio di alcuni rohingya dopo un rastrellamento nel nordovest del paese. Quattro poliziotti sono stati arrestati. Leggi

  • 03 Gen 2017 11.29

La Corea del Nord comincia il 2017 con nuove minacce nucleari 

Come a ogni inizio anno, il leader nordcoreano Kim Jong-un si è lasciato andare a dichiarazioni bellicose. Il 1 gennaio ha annunciato che il suo paese si prepara a lanciare un missile balistico intercontinentale. Leggi

  • 02 Gen 2017 15.14

La schizofrenia della politica estera turca

La Turchia di Recep Tayyip Erdoğan, dopo il lento distacco dal modello kemalista che puntava tutto sul legame con l’Europa e con l’Alleanza atlantica, non è mai riuscita a definire una strategia estera stabile e coerente tra la nostalgia dell’impero ottomano, il tentativo di essere leader dei sunniti in tutto il mondo arabo, vecchie paranoie antiamericane e l’ossessione per l’indipendentismo curdo. Leggi

  • 28 Dic 2016 11.28

In Nigeria Boko Haram è in ritirata ma non è ancora sconfitto

Il presidente della Nigeria, Muhammadu Buhari, lo ha annunciato qualche giorno fa con orgoglio: l’esercito governativo è riuscito a cacciare i miliziani di Boko Haram fuori dal “Campo zero”, la loro ultima roccaforte della foresta di Sambisa. “I terroristi sono in fuga e non hanno più un posto dove nascondersi”, si è rallegrato il presidente. Leggi

pubblicità
  • 27 Dic 2016 14.00

In Turchia cominciano i processi contro i poliziotti accusati di golpe

Sono cominciati in diverse città della Turchia i processi che coinvolgono 41mila persone. Arrestati durante le epurazioni volute dal presidente Recep Tayyip Erdoğan, gli imputati sono accusati di aver partecipato al tentato colpo di stato del 15 luglio 2016. Leggi

  • 27 Dic 2016 11.46

Venticinque anni fa finiva l’Unione Sovietica

Venticinque anni fa cadeva un gigante, travolto dalle nebbie fuligginose della storia. In quel 26 dicembre 1991, all’indomani delle dimissioni di Mikhail Gorbaciov, l’Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche (Urss) veniva ufficialmente sciolta dal Soviet supremo, in un’atmosfera incredibilmente pacifica. Leggi

  • 23 Dic 2016 13.43

Nel parlamento ivoriano si fanno strada i deputati indipendenti

Secondo i risultati della commissione elettorale il partito del presidente Alassane Ouattara ha avuto la maggioranza in parlamento. Ma il dato sorprendente riguarda i candidati indipendenti che hanno ottenuto un terzo dei seggi e formano la seconda forza di opposizione nel paese. Leggi

  • 22 Dic 2016 11.26

L’ultima mossa di Barack Obama per tutelare il mare Artico

Il 20 dicembre il presidente uscente degli Stati Uniti ha vietato in modo permanente ogni attività di ricerca di giacimenti di gas o petrolio in ampie zone dell’oceano Atlantico e del mare Artico. Una mossa che sembra una beffa al successore Donald Trump. Leggi

  • 21 Dic 2016 11.26

La morte dell’ambasciatore non rovina i rapporti tra Russia e Turchia

L’omicidio di Andrej Karlov non mette a rischio il riavvicinamento tra Mosca e Ankara, ma Vladimir Putin può sfruttare l’occasione per mettere il presidente turco Erdoğan in una posizione di subordinazione. Leggi

pubblicità
  • 19 Dic 2016 11.11

La risposta incerta degli Stati Uniti agli attacchi informatici russi

A cinque settimane dalla sua uscita di scena, il presidente statunitense Barack Obama ha alzato la voce sugli attacchi attribuiti ad hacker russi che hanno caratterizzato la campagna per le presidenziali statunitensi. E ha annunciato rappresaglie nei confronti di Mosca. Leggi

  • 16 Dic 2016 10.50

La dimostrazione di forza di Hamas nella Striscia di Gaza

Il 14 dicembre a Gaza decine di migliaia di palestinesi, tra cui centinaia di uomini in uniforme e bambini che agitavano armi giocattolo, hanno sfilato per celebrare il 29° anniversario della fondazione di Hamas. La manifestazione doveva essere una dimostrazione della forza del movimento islamico. Leggi

  • 13 Dic 2016 11.09

Dopo gli attentati i copti egiziani perdono fiducia in Al Sisi

Nonostante il pugno di ferro del governo di Abdel Fattah al Sisi, il terrorismo non ha abbandonato l’Egitto. L’11 dicembre al Cairo un attentato ha colpito i fedeli che partecipavano alla messa nella chiesa dei santi Pietro e Paolo. Leggi

  • 12 Dic 2016 11.57

Dopo il Nobel per la pace il presidente colombiano deve ottenere la pace reale

L’aveva già pensato arrivando al potere nell’agosto 2010? Difficile immaginarlo. Il 10 dicembre a Oslo, in Norvegia, il presidente della Colombia Juan Manuel Santos ha ricevuto il premio Nobel per la pace per gli sforzi fatti per arrivare a un accordo con le Forze armate rivoluzionarie della Colombia. E adesso? La pace è effettivamente a portata di mano? Leggi

  • 09 Dic 2016 11.29

La Romania verso le elezioni tra corruzione e crescita economica

La Romania sceglierà i suoi futuri dirigenti guardando al passato? L’11 dicembre più di 18 milioni di elettori sono chiamati alle urne per partecipare alle elezioni politiche, che dovrebbero portare al potere un nuovo governo per i prossimi quattro anni. Leggi

pubblicità