NUOVE NOTIZIE

FONTI
NUOVE NOTIZIE

Mediapart


  • 23 Gen 2017 17.34

I ferrovieri francesi boicottano la caccia ai migranti a Ventimiglia

Il ripristino dei controlli alla frontiera italiana uccide: cinque morti dall’agosto del 2016, di cui uno sulla ferrovia tra Ventimiglia e Nizza. In due comunicati, la Società nazionale delle ferrovie francesi (Sncf) chiede ai ferrovieri della regione Paca (Provenza-Alpi-Costa Azzurra) di segnalare i gruppi di migranti a bordo dei treni. E di rispedire in Italia i quelli arrestati nell’arco della giornata. Molti ferrovieri rifiutano di farlo. Leggi

  • 11 Nov 2016 16.50

Dietro alla vittoria di Trump c’è la rivincita dell’uomo bianco

La vittoria quasi apocalittica di Donald Trump segna la fine dell’eccezionalismo americano: una certa idea degli Stati Uniti come modello di democrazia è morta. Non l’ha uccisa direttamente Trump: ne ha semplicemente dichiarato la morte con una campagna elettorale tanto surreale quanto reazionaria. “È un incubo”, mi ha scritto un’amica francese. Le ho risposto che è peggio di un incubo, è la realtà. Leggi

pubblicità
  • 04 Nov 2016 15.29

In Turchia le carceri sono diventate un’industria redditizia

Negli ultimi dieci anni il numero dei prigionieri in Turchia è aumentato del 340 per cento. Non è solo una conseguenza del tentativo di golpe di luglio, dopo il quale sono stati incarcerati decine di migliaia di oppositori, ma il frutto di precise scelte del governo. Leggi

  • 28 Mar 2016 16.35

Una giornalista in cella accanto a Mladić: il caso di Florence Hartmann

Dal 24 marzo la giornalista francese Florence Hartmann è detenuta all’Aja nella prigione del Tribunale penale internazionale per l’ex Jugoslavia. Hartmann è stata corrispondente di Le Monde durante le guerre dei Balcani e poi portavoce dello stesso tribunale. Ma perché una corte internazionale ha voluto arrestare una giornalista? Il caso fa discutere e in Francia e a Belgrado i sostenitori della Hartmann ne chiedono la liberazione. Leggi

  • 17 Feb 2016 16.27

Le aggressioni di Colonia sono frutto della misoginia e non della presenza dei profughi

Il procuratore della repubblica di Colonia ha dichiarato che le aggressioni nei confronti di molte donne la notte di Capodanno sono state raccontate in modo un po’ troppo frettoloso dai mezzi d’informazione internazionali. Questa dichiarazione dimostra che le aggressioni sessuali e gli stupri commessi sono solo la punta dell’iceberg di una cultura misogina condivisa da tutte le comunità. Leggi

pubblicità
  • 02 Gen 2016 10.32

L’incontro con l’altro è la migliore arma contro la paura e il razzismo

Il giorno di Natale ad Ajaccio, in Corsica, una sala da preghiera musulmana è stata saccheggiata al grido di “Arabi fora”, “Padroni a casa nostra” e “Bisogna ammazzarli”. L’islamofobia, rinfocolata da discorsi politici e mediatici che le danno diritto di cittadinanza, passa dalle parole agli atti, aprendo la via a tutti gli odi dell’altro, chiunque esso sia. Leggi

  • 21 Dic 2015 15.52

L’Unione europea accusata di finanziare centri di detenzione per i profughi in Turchia 

La Turchia non sembra più tanto accogliente nei confronti dei profughi rispetto a come era apparsa all’inizio della guerra in Siria. Secondo Amnesty international, diverse centinaia di esiliati sarebbero stati mandati in centri di detenzione illegali prima di essere espulsi verso zone di conflitto. Leggi

  • 01 Dic 2015 19.58

Le complicate equazioni del nuovo governo Costa in Portogallo

Il leader del Partito socialista António Costa ha nominato una squadra di governo e ha affidato il ministero delle finanze a un economista di stampo liberale. Il nuovo esecutivo di minoranza, sostenuto in parlamento dai comunisti e dal Bloco de esquerda, dovrà affrontare una situazione politica e finanziaria complicata. Leggi

  • 20 Nov 2015 18.19

L’Europa approva nuove misure  contro il terrorismo

Da dove vengono le armi usate dai terroristi?

La lotta al traffico d’armi finora non è stata una priorità in Europa, per questo non esiste una legislazione comune ed è piuttosto facile procurasi un arma. L’intervista a Cédric Poitevin, vicedirettore del gruppo di ricerca e d’informazione sulla sicurezza e la pace di Bruxelles. Leggi

  • 15 Nov 2015 12.23

Le indagini sugli attentati di Parigi

La paura è la nostra nemica

Per quanto doloroso, dobbiamo cercare di capire le ragioni del terrorismo. Per combatterlo meglio, per non cadere nella sua trappola, per non dargli mai ragione, fosse pure per incoscienza o cecità. Le profezie che si autoavverano sono il meccanismo su cui si basa la sua logica omicida: provocare attraverso il terrore un caos ancora maggiore da cui trarre ulteriore rabbia. Leggi

pubblicità
  • 20 Ott 2015 11.59

La verità su come gli Stati Uniti uccidono con i droni

Il sito di giornalismo d’inchiesta The Intercept ha avuto accesso a numerosi documenti che parlano della politica di uccisioni mirate e mostrano la totale dipendenza dell’esercito statunitense dalle nuove tecnologie, a scapito dell’efficacia delle altre operazioni e nonostante i rischi di uccidere degli innocenti. Durante le operazioni compiute tra il gennaio 2012 e il febbraio 2013 nel nordest dell’Afghanistan, su 200 persone uccise solo 35 erano obiettivi effettivi. Leggi