NUOVE NOTIZIE

FONTI
NUOVE NOTIZIE

The Guardian

È un quotidiano britannico. 


  • 21 Set 2016 12.10

WhatsApp chiede di condividere i dati con Facebook? Rispondiamo no

Quando l’app di messaggistica WhatsApp è stata lanciata nel 2009, mi è sembrata una delle più innovazioni più interessanti degli ultimi tempi. Per due motivi: sembrava progettata splendidamente e aveva un modello economico che non si basava sulla pubblicità. Ma le cose sono cambiate. Leggi

  • 20 Set 2016 13.31

I trucchi di Donald Trump

Si dice che le persone intelligenti abbiano faticato, negli anni trenta, a prendere sul serio l’ascesa dei demagoghi. Quei dittatori narcisistici, con le loro stupide uniformi, sembravano semplicemente ridicoli. Allo stesso modo, osservando Donald Trump ci viene da ridere. Leggi

pubblicità
  • 20 Set 2016 10.42

La rabbia è sempre un sentimento inutile

Poche cose piacciono a editorialisti, e opinionisti in generale, come il lamentarsi della nostra “cultura dell’indignazione”. Ma in realtà sulla rabbia non abbiamo le idee molto chiare. Quando la esprimono i nostri avversari la consideriamo sbagliata, ma se viene da noi pensiamo che sia ampiamente giustificata. Leggi

  • 13 Set 2016 11.36

Essere pedanti nasconde le nostre incapacità

La cosa più difficile da credere è che il Simple sabotage field manual non sia uno scherzo. In realtà era un documento top secret scritto nel 1944 dall’antenata della Cia e fu distribuito agli agenti che operavano dietro le linee nemiche durante la seconda guerra mondiale. Il manuale insegna l’arte della “stupidità premeditata”. Leggi

  • 11 Set 2015 11.15

Siviglia vuole diventare la capitale delle bici in Europa

Questo articolo non è più online perché sono scaduti i diritti. L’articolo originale era uscito sul Guardian. Leggi

pubblicità
  • 09 Set 2016 16.10

Il Regno Unito costruirà un muro a Calais

I lavori per un “nuovo e grande muro” a Calais stanno per cominciare. Come ha confermato il ministro dell’immigrazione britannico, si tratta di un ulteriore tentativo di evitare che profughi e migranti salgano a bordo dei tir diretti nel Regno Unito. Leggi

  • 06 Set 2016 13.24

Quando la scelta è difficile è il momento di rischiare

Se stiamo pensando di chiedere il divorzio, interrompere un master o trasferirci in Islanda, tenderà a vincere l’inerzia. Una volta rimosso il pregiudizio che ci fa preferire lo status quo, la sensazione di essere in bilico ci spingerà ad agire. Leggi

  • 01 Set 2015 12.07

Benvenuti nella città dei nudisti

Questo articolo non è più online perché sono scaduti i diritti. L’articolo originale era uscito sul Guardian. Leggi

  • 31 Ago 2015 17.00

Qual è la città più cara del mondo?

Questo articolo non è più online perché sono scaduti i diritti. L’articolo originale era uscito sul Guardian. Leggi

  • 24 Ago 2015 16.26

Quali sono le città più isolate del mondo

Questo articolo non è più online perché sono scaduti i diritti. L’articolo originale era uscito sul Guardian. Leggi

pubblicità
  • 14 Ago 2015 16.15

Chi è Jeremy Corbyn, il favorito alla guida del Labour nel Regno Unito

Questo articolo non è più online perché sono scaduti i diritti. L’articolo originale era uscito sul Guardian. Leggi

  • 07 Ago 2015 16.00

Dentro la struttura segreta della polizia di Chicago

Questo articolo non è più online perché sono scaduti i diritti. L’articolo originale era uscito sul Guardian. Leggi

  • 30 Ago 2016 11.52

Sentite il bisogno di fare ordine? Lasciate perdere

Uno dei misteri dell’era digitale è che siamo in grado di costruire macchine che si guidano da sole e di far twittare gli astronauti dallo spazio, ma non abbiamo ancora trovato un modo decente per organizzare le foto nel nostro smartphone. In realtà, non è proprio un mistero: è che ne abbiamo semplicemente troppe. Leggi

  • 23 Ago 2016 12.12

Le nostre critiche mettono in luce le nostre insicurezze

Vi assicuro che non ho intenzione di parlare sempre di Donald Trump, ma quell’uomo è un tale manuale di psicologia ambulante che non posso resistere alla tentazione di usarlo come esempio. In particolare, per la sua tendenza a criticare negli altri i suoi stessi difetti. Non sarà qualcosa che facciamo anche noi? Leggi

  • 17 Ago 2016 14.01

Come si sopravvive ad Aleppo sotto le bombe

Nell’ultimo mese non ho avuto bisogno di mettere la sveglia: a farmi aprire gli occhi ci pensano i bombardamenti del regime. Non mi accorgo dei colpi di mortaio: ci sono talmente abituato che il loro suono non disturba il mio sonno. Un attivista e blogger siriano descrive la vita nella città siriana assediata. Leggi

pubblicità
  • 16 Ago 2016 12.11

Forse le nostre scelte sono meno libere di quanto pensiamo

Mentre i filosofi discutono per stabilire se tutto è davvero predeterminato, gli psicologi hanno trovato una soluzione un po’ meno inquietante: noi non prendiamo in modo autonomo una buona percentuale delle nostre decisioni. Leggi

  • 02 Ago 2016 14.30

Le aziende usano Pokémon Go per catturarci tutti

Dai campi minati in Bosnia alle basi militari dell’Indonesia, dai musei dell’olocausto all’ambasciata dove si è rifugiato Julian Assange, sembra che i Pokémon siano ovunque. Come spiegare il successo di Pokémon Go? Forse basta seguire i soldi. Leggi

  • 02 Ago 2016 10.52

Il bisogno di dramma di politici e elettori ci porta al caos

Più o meno nello stesso periodo in cui Boris Johnson e Nigel Farage lanciavano una bomba nella politica del Regno Unito per poi scappare nascondendo la mano, ho scoperto che gli psicologi dell’università del Texas hanno ideato un indice per quel tratto della personalità che chiamano “bisogno di dramma”. Leggi

  • 01 Ago 2016 17.34

In Kenya gli artisti sfidano il potere chiedendo la pace

Le prossime elezioni in Kenya sono previste tra un anno, ma nel paese già molti temono che si ripetano episodi di violenza come quelli scoppiati in passato dopo il voto. Questa tensione sta influenzando in modo diretto l’arte. Leggi

  • 20 Lug 2016 17.30

La strage di Nizza annuncia un nuovo tipo di terrorismo

Quello che è successo a Nizza e a Orlando rimette in discussione la distinzione tra cani sciolti e terroristi appartenenti a gruppi organizzati. Qual era la motivazione degli assassini? Quanto hanno pesato i fattori personali e quanto le convinzioni ideologiche? Se vogliamo capire e combattere il terrorismo, dobbiamo ripensare al modo in cui ne parliamo. Leggi

pubblicità