NUOVE NOTIZIE

OSSESSIONI
NUOVE NOTIZIE

Giornalisti

Secondo qualcuno l’epoca della stampa è finita, ma per i giornalisti non ci sono mai state tante opportunità. I rischi, le difficoltà e il futuro del mestiere nell’epoca della crisi dei giornali.


  • 20 Mar 2017 19.00

Per Oriana Fallaci la paura è un peccato

“Il giornalismo è un lercio lavoro con cui ho perso tempo fin da quando avevo 17 o 18 anni”, scriveva Oriana Fallaci nel 2005, poco prima di morire. Eppure molte di queste lettere inedite mostrano come Fallaci fosse in realtà devota al lavoro giornalistico. Preferì scrivere libri solo più tardi. Leggi

  • 20 Mar 2017 17.24
Liberati e rimpatriati due giornalisti italiani che erano stati fermati in Congo. Sono rientrati all’aeroporto di Fiumicino all’alba Luca Chianca e Paolo Palermo, due inviati della trasmissione televisiva Report, fermati per tre giorni dalle autorità del Congo, dove erano andati per indagare su una presunta tangente dell’Eni in Nigeria. Lo riferisce il sito della trasmissione diretta da Sigfrido Ranucci e altri siti d’informazione italiani.
pubblicità
  • 23 Feb 2017 16.10

Manifesto

Mark Zuckerberg ha scritto un manifesto. S’intitola Costruire una comunità globale. Sembra il programma di un’azienda editoriale con obiettivi giornalistici. Ma Facebook non è, e dice di non voler essere, un’azienda editoriale. Per questo il manifesto di Zuckerberg deve suonare come un allarme per tutti i mezzi d’informazione. Leggi

  • 22 Feb 2017 13.37

Gli attacchi di Donald Trump contro i giornalisti riguardano tutti noi

Un lontano predecessore di Donald Trump alla Casa Bianca, il terzo presidente degli Stati Uniti Thomas Jefferson, ha scritto questa frase spesso citata e che non smette mai di stupire: “Preferirei vivere in un paese che ha dei giornali e nessun governo piuttosto che in un paese che ha un governo e nessun giornale”. Leggi

  • 16 Feb 2017 16.09

Attendibilità

Robert Darnton è uno storico statunitense che ha diretto ad Harvard uno dei più importanti sistemi bibliotecari d’America ed è un esperto della Francia del settecento. Sulla New York Review of Books racconta come le notizie false e la cattiva informazione siano sempre esistite. Leggi

pubblicità
  • 06 Feb 2017 19.00

Tabloid inferno racconta un fiorente fenomeno editoriale

Un viaggio esilarante e surreale nel mondo delle riviste specializzate in cronaca nera, tra storie di sesso estremo, paranormale e affini. Un tipo di giornalismo indirizzato a persone che non usano internet, spesso anziane, un settore editoriale fiorente che include un variegato spettro di pubblicazioni. Leggi

  • 06 Feb 2017 15.48

In Francia i giornali si alleano contro le notizie false in vista delle elezioni

Il social network attiverà in Francia un dispositivo che permette ai suoi utenti di segnalare le informazioni che ritengono essere false. Queste potranno poi essere verificate da testate partner, come Le Monde. Leggi

  • 26 Gen 2017 15.41

Pugile

“Ho una guerra in corso con i mezzi d’informazione”, ha detto Donald Trump il giorno dopo l’insediamento. E parlando dei giornalisti ha aggiunto: “Sono tra gli esseri umani più disonesti della Terra”. Somiglia molto a una resa dei conti. Leggi

  • 23 Gen 2017 11.45

Cinque blogger nel mirino dei servizi segreti pachistani

A gennaio in Pakistan sono scomparsi cinque professori e attivisti per i diritti umani che avevano condannato l’operato dell’esercito. Molti pensano che siano stati rapiti dai servizi segreti. Nel paese c’è sempre meno tolleranza verso chi esprime opinioni critiche verso le autorità. Leggi

  • 21 Gen 2017 10.43

Un antidoto al veleno della post-verità

Quel che è abbastanza condivisibile nelle fumose dispute sulla post-verità è la considerazione che negli ultimi anni la verità non è stata trattata molto bene dai mezzi d’informazione. Spesso le sono stati preferiti dei sostituti “al sapore della verità”: scoop, anticipazioni, esclusive… Questa iperofferta di verità da discount non ha diminuito il bisogno di verità; proprio come accade quando c’è una proposta diffusa di beni scadenti, capita che la qualità sia ancora più ricercata. Leggi

pubblicità
  • 19 Gen 2017 13.12

La stampa indipendente in Asia perde una delle sue voci più libere

L’idea del magazine in lingua inglese Himal Southasian si può riassumere in una carta geografica. È la mappa del subcontinente indiano, dalla catena dell’Himalaya fino alla punta dell’India e dello Sri Lanka: solo che l’Himalaya sta in basso e l’oceano Indiano in alto, la mappa è sottosopra. Uno sguardo non ovvio sull’Asia meridionale. Leggi

  • 11 Gen 2017 19.00

Un messaggio d’avvertimento per i giornalisti indipendenti in Iraq

Il 26 dicembre la giornalista irachena indipendente Afrah Shawki è stata rapita da sconosciuti. È stata liberata sei giorni dopo. Poco prima del sequestro aveva scritto degli articoli sull’uso illegale delle armi da parte delle milizie. Leggi

  • 27 Dic 2016 13.56
Rapita una giornalista in Iraq. Afrah Shawqi al Qaisi, 43 anni, è una giornalista irachena impegnata contro la corruzione nel paese. È stata prelevata dalla sua casa di Baghdad da un gruppo di uomini armati che l’hanno rapita. La giornalista lavorava per il giornale britannico in lingua araba Asharq al Awsat e per altri siti di notizie.
  • 20 Dic 2016 16.02

Ho fotografato l’omicidio dell’ambasciatore russo Andrej Karlov

“Sembrava un evento come tanti altri, l’apertura di una mostra fotografica sulla Russia. Così quando un uomo vestito con un completo scuro e una cravatta ha estratto una pistola, sono rimasto di stucco e ho pensato che fosse un gesto teatrale”. Il fotografo Burhan Ozbilici, dell’Associated Press, racconta com’è riuscito a scattare le immagini dell’omicidio del 19 dicembre dell’ambasciatore russo in Turchia Andrej Karlov. Leggi

  • 16 Dic 2016 10.24
Facebook testerà nei prossimi giorni uno strumento per segnalare le notizie false. L’azienda metterà a disposizione degli utenti un pulsante per indicare post ritenuti falsi. Giornalisti di varie organizzazioni valuteranno queste segnalazioni. Se le storie non saranno ritenute vere, o verificabili, saranno linkate ad articoli che spiegheranno i motivi delle scelte.
pubblicità
  • 13 Dic 2016 09.49
Almeno 257 giornalisti sono stati arrestati nel mondo nel 2016. Il gruppo Committee to protect journalists (Cpj) attribuisce l’aumento delle incarcerazioni di giornalisti nel mondo in particolare all’ondata di repressione contro la stampa in Turchia. Infatti 81 giornalisti, un terzo del totale, sono stati incarcerati in Turchia. Secondo Cpj si tratta del “più alto numero di giornalisti mai incarcerati in un solo paese”.
  • 12 Dic 2016 13.56
In Algeria un giornalista è morto dopo sei mesi di sciopero della fame. Mohamed Tamalt, reporter britannico algerino, aveva cominciato la sua protesta a giugno, dopo essere stato arrestato per aver pubblicato articoli critici nei confronti del presidente algerino Abdelaziz Bouteflika. Tamalt, blogger e giornalista freelance di 42 anni, è deceduto in seguito a un’infezione polmonare. L’organizzazione Reporter senza frontiere ha chiesto l’apertura di un’inchiesta sulla sua morte.
  • 12 Dic 2016 11.12

Vero e falso in rete

L’università di Stanford ha avviato una ricerca intesa a capire quanto i nativi digitali, che pure in rete si trovano perfettamente a loro agio, siano in grado di valutare correttamente l’informazione che trovano sui social media o attraverso Google. I risultati mostrano “una sconcertante incapacità di ragionare sull’informazione veicolata in rete”, di distinguere la pubblicità dalle notizie, di identificare le fonti. Leggi

  • 24 Nov 2016 12.04

Bufale

Donald Trump ha vinto grazie a Facebook? Sono in molti a sostenerlo. Ma Trump ha vinto per altre ragioni: economiche, politiche, storiche, per mancanza di alternative. Sarebbe riduttivo, e in parte anche autoassolutorio, pensare che se Facebook non fosse esistito le elezioni sarebbero andate diversamente. Leggi

  • 17 Nov 2016 13.39

Alternativa

Ci sono fatti, persone o fenomeni di fronte ai quali è impossibile restare neutrali o indifferenti, e che ci impongono di prendere posizione, di dire da che parte stiamo. Per un giornalista, a volte, esprimere la propria opinione non è una colpa, ma un dovere. Leggi

pubblicità