Tra il 1980 e il 2018 nel mondo le emissioni di ammoniaca del settore agricolo sono aumentate del 78 per cento. L’ammoniaca, un composto dell’azoto, è presente nei fertilizzanti usati per accrescere la produzione agricola. La Cina, l’India e gli Stati Uniti sono i principali responsabili delle emissioni, legate soprattutto alle coltivazioni di grano, mais e riso, ma anche all’allevamento di bovini, polli, capre e maiali, scrive Pnas. Per proteggere gli ecosistemi bisognerebbe introdurre nuove regole.

Questo articolo è uscito sul numero 1454 di Internazionale, a pagina 105. Compra questo numero | Abbonati