“A 16 anni gli australiani possono guidare, lavorare e arruolarsi, allora perché non possono votare?”, scrivono su The Conversation tre docenti di legge, studi sociali e salute degli adolescenti . “I giovani crescono all’ombra della crisi climatica e di conflitti globali, con i prezzi delle case in aumento e un’economia precaria. Ma la spesa e le politiche governative da decenni sono rivolte agli anziani. È ora di abbassare l’età del voto”.

Questo articolo è uscito sul numero 1455 di Internazionale, a pagina 38. Compra questo numero | Abbonati