Australia

Australia

Capitale
Canberra
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Dollaro australiano
Superficie
I volti africani di Melbourne

L’artista sudsudanese Atong Atem esplora la diaspora africana, il rapporto tra pubblico e privato e la ricerca di un’identità culturale usando il ritratto in studio. Leggi

L’Australia riforma la legge sulla cittadinanza.
L’Australia riforma la legge sulla cittadinanza. I cittadini stranieri, che chiedono la cittadinanza australiana, dovranno sostenere una prova che valuta la loro integrazione nella comunità locale e il loro impegno per la difesa della libertà religiosa e dell’uguaglianza di genere. La durata della residenza necessaria per ottenere la cittadinanza è stata estesa, da un anno a quattro. Le modifiche sulla cittadinanza sono state annunciate dal governo due giorni, dopo l’annuncio di restrizioni sui visti per i lavoratori stranieri.
pubblicità
Le autorità australiane ordinano l’evacuazione di numerose città sulla costa orientale.
Le autorità australiane ordinano l’evacuazione di numerose città sulla costa orientale. Secondo il servizio meteorologico, infatti, anche se il ciclone Debbie si è ridotto di potenza a tempesta tropicale, le forti piogge rischiano di causare gravi inondazioni nello stato del New South Wales. I responsabili dell’emergenza hanno spiegato che si tratta di un ordine, non di un consiglio. Intanto rimarranno chiuse fino a lunedì tutte le scuole del Queensland meridionale, da due giorni colpito dal maltempo.
Dopo il ciclone Debbie
L’Australia è stata colpita da un potente ciclone.
L’Australia è stata colpita da un potente ciclone. Il ciclone di categoria 4, chiamato Debbie, trasporta venti fino ai 263 chilometri orari. Ha causato almeno un morto e ha lasciato circa 45mila abitazioni senza elettricità. La zona più colpita è quella del Queensland settentrionale. Diverse case sono state gravemente danneggiate. Il premier Malcom Turnbull ha attivato lo stato d’emergenza. Il ciclone si sta spostando verso l’interno dell’Australia, anche se ha perso potenza ed è sceso alla categoria 2.
pubblicità
Il lago rosa di Melbourne
Piscina in tempesta
Acrobazie nel fuoco
Arrestato un uomo per attività terroristica in Australia.
Arrestato un uomo per attività terroristica in Australia. Haisem Zahab, elettricista di 42 anni, è stato arrestato a Young, in un’area rurale del New South Wales, poco più di 160 chilometri a nordest di Canberra. Secondo le autorità l’uomo stava mettendo a punto i progetti per un missile teleguidato a lungo raggio e per un sistema laser di rilevamento di missili in avvicinamento da mettere poi a disposizione dei militanti del gruppo Stato islamico, in Iraq e in Siria. Zahab, hanno precisato le autorità, non stava pianificando alcun attacco in Australia.
Melbourne bloccata dalla protesta dei tassisti.
Melbourne bloccata dalla protesta dei tassisti. All’ora di punta  i tassisti hanno guidato a bassa velocità dalla Tullamarine Freeway al parlamento, intasando il traffico. I tassisti protestano contro la nuova riforma dei trasporti voluta dal governo. Il provvedimento rende legale Uber, l’applicazione che fornisce un servizio di autonoleggio privato, e liberalizza le licenze dei taxi.
pubblicità
Cinque morti in un incidente aereo a Melbourne.
Cinque morti in un incidente aereo a Melbourne. Un bimotore da turismo con a bordo quattro turisti statunitensi e il pilota australiano si è schiantato poco dopo il decollo dall’aeroporto di Essendon, a Melbourne. Il pilota, dopo aver lanciato un sos per problemi ai motori, ha tentato di rientrare all’aeroporto schiantandosi su un centro commerciale, che all’ora dell’incidente era ancora chiuso.
Latinoaustraliana spiega perché i giovani lasciano l’Italia

Dagli anni cinquanta fino al 1976 decine di migliaia di italiani emigrarono ogni anno in Australia. Oggi migliaia di persone sotto i trent’anni ci vanno con visti di lavoro da sei mesi e alcune rimangono lì. Zangari è uno di loro e in questo libro racconta la sua esperienza. Leggi

Quando i giovani non votano la democrazia rischia grosso

Molti giovani considerano l’astensione un modo per esprimere l’insoddisfazione nei confronti dell’offerta politica. Ma se continueranno a disertare le urne, le democrazie saranno in pericolo. Leggi

Dal 1980 la chiesa cattolica australiana ha pagato 200 milioni di euro alle vittime di abusi sessuali.
Dal 1980 la chiesa cattolica australiana ha pagato 200 milioni di euro alle vittime di abusi sessuali. Lo rivela un rapporto della Royal Commission into institutional responses to child sex abuse, una commissione creata nel 2013 per indagare sulle violenze sessuali sui minori nelle istituzioni australiane. La somma è stata pagata da vari ordini cattolici come risarcimento per circa 2.800 vittime, che in media hanno ricevuto 69mila euro a testa. Le violenze, gran parte delle quali risalgono agli anni della scuola, sono denunciate in media 33 anni dopo. Più del 40 per cento delle denunce riguarda cinque ordini religiosi maschili.
In Australia le istituzioni cattoliche hanno ricevuto quasi 4.500 accuse di pedofilia in 35 anni
In Australia le istituzioni cattoliche hanno ricevuto quasi 4.500 accuse di pedofilia in 35 anni. Sono le conclusioni a cui è giunta la Royal commission into institutional responses to child sexual abuse, che ha indagato su 4.444 casi di pedofilia denunciati nelle diocesi tra il 1980 e il 2015. Il governo australiano ha istituito la commissione nel 2012 dopo anni di pressioni affinché venissero avviate indagini su presunti abusi su bambini in tutto il paese. L’inchiesta ha anche appurato che nelle 75 istituzioni cattoliche prese in esame tra il 1950 e il 2010, il 7 per cento dei religiosi è stato indagato per abusi sessuali.
pubblicità
Tensione tra Stati Uniti e Australia dopo una telefonata di Donald Trump.
Tensione tra Stati Uniti e Australia dopo una telefonata di Donald Trump. Il presidente statunitense ha usato toni molto duri con il premier australiano Malcolm Turnbull attaccando l’accordo stretto tra Canberra e l’amministrazione Obama. Washington si era detta disponibile ad accogliere 1.250 profughi provenienti da un centro di detenzione australiano. Trump aveva detto che l’accordo consentiva all’Australia di “esportare i prossimi attentatori di Boston”. Intanto Trump ha anche minacciato di tagliare i fondi federali all’università di Berkeley in seguito alle proteste che hanno portato alla cancellazione di una conferenza che avrebbe dovuto tenere Milo Yiannopoulos, un giornalista del sito di estrema destra Breitbart News.
Il giorno dopo la vittoria
Roger Federer batte Rafael Nadal all’Australian open e vince il suo 18° titolo Grand slam
Roger Federer batte Rafael Nadal all’Australian open e vince il suo 18° titolo Grand slam. Il trentacinquenne svizzero ha battuto lo storico rivale in tre set su cinque (6-4 3-6 6-1 3-6 6-3), vincendo il suo quinto titolo a Melbourne e il suo diciottesimo Grand slam. Federer entra così nella storia come il primo giocatore a vincere cinque o più titoli in tre diversi tornei Grand slam: cinque Australian open, cinque US open e sette Wimbledon. Nadal si attesta invece secondo in classifica insieme a Pete Sampras con quattordici titoli Grand slam.
pubblicità